ExpatClic Forums: Cosa ne pensate dell’amicizia in espatrio? - ExpatClic Forums

Jump to content

  • 3 Pages +
  • 1
  • 2
  • 3
  • You cannot start a new topic
  • You cannot reply to this topic

Cosa ne pensate dell’amicizia in espatrio?

#31 User is offline   Camilla 

  • Senior member
  • PipPipPip
  • Group: Members
  • Posts: 411
  • Joined: 22-July 10
  • Gender:Female
  • F/M:Female

Posted 20 September 2010 - 11:13 AM

View PostSilviaexpat, on 20 September 2010 - 10:51 AM, said:

No, no, ragazze, per carita'.... Posted Image Posted Image
... nel Nord originale l'Individuo e i suoi scambi col mondo e gli altri sono spesso caratterizzati da organizzazione ed efficienza, come a voler sempre riempire il tempo di cose, azioni, parole. Manca la leggerezza del perdersi, che infatti ci viene invidiata. Posted Image
E questa differenza a volte pesa, quando magari si ha gia a che fare con una cultura diversa, in cui confrontarsi. Cultura che spesso (mi pare) noi latine abbiamo difficolta' ad accogliere, pur tutto sommato miscelandoci senza accorgercene troppo alle abitudini del luogo. Mentre le nordiche san subito cosa e come fare, apprendono facilmente le Regole del Gioco, salvo poi sentire dentro un abisso incolmabile rispetto alla realta' che le circonda... Non so, e' un'altra generalizzazione, ma forse questa e' un po' in soldoni la mia esperienza. E' evidente che la prima della classe inibisce e intimorisce; il punto e' capire come essere se stesse senza sentirsi in gara e offrire comprensione e disponibilita' a chi le cerca e ne ha bisogno.

Io ho avuto amiche di diverse nazionalita' e in fondo quello che ci ha sempre unite e' stato il senso dell'umorismo e dell'autoironia. Saper ridere di se' e' una grande virtu' che non solo non ha connotazioni geografiche ma supera anche le frontiere entro cui ci si incontra.
Posted Image



Mi ritrovo molto in quel che dici, Silvia. Nell'ossessione delle nordiche di voler RIEMPIRE TUTTO di cose, azioni, parole. Quel che mi manca infatti qui e' il VUOTO, quello che tu chiami perdersi (sara' anche che il Randstad, la zona dove vivo, ha la densita' di popolazione piu' alta del mondo, il doppio del Bangladesh!).

Ma per non sembrare una che sputa nel piatto in cui mangia, diciamo che io adoro la perfetta organizzazione nordica in tutto, ma non nelle relazioni umane. Purtroppo dopo tanti anni mi sono resa conto che se non si applica la mitica pianificazione olandese anche ai rapporti umani e alle amicizie, alla meglio ci si isola e alla peggio si diventa degli asociali. E allora si fa amicizia con gli stranieri, svedesi o ivoriani poco importa, perche' e' proprio la condizione di straniero quella che ci accomuna tutti.
0

#32 User is offline   kalante 

  • Senior member
  • PipPipPip
  • Group: Members
  • Posts: 198
  • Joined: 21-May 10
  • Gender:Female
  • Location:Lyon
  • F/M:Female

Posted 20 September 2010 - 12:09 PM

Stimolata da questa bella discussione quest'anno ho deciso di dedicarmi alla vita sociale: piscina, yoga, club del libro e Restos du Coeur (un'associazione che, in soldoni, distribuisce denrate alimentare alle famiglie con gravi problemi economici.
Da domani inizio e vi sapro' dire se finalmente riusciro' a farmi qualche amica/o. :blush:
Lyon 2005/2006
Paris 2008
Dublin 2008/2009
Paris 2009/2011
Lyon 2011 .....



Posted Image
0

#33 User is offline   stefyhyun 

  • Senior member
  • PipPipPip
  • Group: Members
  • Posts: 30
  • Joined: 15-October 09
  • Gender:Female
  • Interests:music, books, shopping.....
  • F/M:Female

Posted 29 September 2010 - 11:04 AM

Dopo tanti mesi di aseenza questo e' un topic molto ma molto interessante !
Madonna Mia ma cosa dire allora delle Coreane ? se poteste vederle! sono sempre " ALLICCHITTATE " come si dice da noi in Sicilia, intendo dire sempre messe a punto, in ordine, truccate, ovviamente non vanno in giro con l'abito tradizionale Koreano, come pensano ancora alcuni in Italia, ma vestono molto moderne con gonne sopra al ginocchio, tacchi alti o vestitini molto stretti per poter fare vedere il loro corpicino a " S ".....molto molto belle. Pero' a volte molto noiose nei loro comportamenti, vogliono essere guardate e quando gli fai un complimento rispondono " Ma no che dici, dai non e' il caso, grazie comunque ! :unsure: ".....ah ah ah :lol: come sono buffe, ma molto carine.
Care amiche di Expat da quando sono arrivata in Corea devo confessarvi che ho imparato tanto, prima di tutto, a prendermi cure di me, non che in Italia mi trascuravo, ma quello che potevo fare era ben limitato. qui invece, cerco sempre di fare yoga e pilates, una volta alla settimana vado dall'estetista per la pulizia del viso, e poi i massaggi thailandesi che fanno tanto bene alla schiena. E poi, tanta meditazione, mi rilassa tanto e mi sento " IO " nel vero senso della parola.

Nord Sud Est o Ovest, penso che ovunque si vada si trova un misto di gente.....bello assaporare le diversita' e la differenza che c'e' nel mondo :wub:
Questo e' quello che adoro del fatto di essere un'espatriata.

" Where there is love there is life "....

Stefy...

( Corea del Sud 1999 ~ 2010 ) :lol:
Stefy ( Corea del Sud / Seoul 1999 ~ 2012 )
0

#34 User is offline   Claudiaexpat 

  • Senior member
  • PipPipPip
  • Group: Administrators
  • Posts: 6,906
  • Joined: 10-March 04
  • Gender:Female
  • F/M:Female

Posted 29 September 2010 - 03:13 PM

Ciao carissima Stefania, bentornata tra noi, sempre con la tua gioia di vivere e la tua freschezza, fai tanto bene a tutte noi :wub: :wub:

Hai messo anche l'accento su un tasto molto importante e bello, il fatto che donne di ogni cultura hanno qualcosa da offrire, sta a noi prendere quello che ci interessa, no :rolleyes: ?

E poi io vorrei aggiungere alla discussione un'altra cosa: io da sempre sono molto amica di donne (e uomini) francesi, nei miei peregrinaggi ne ho conosciuti davvero tanti e ci sono sempre andata d'amore e d'accordo (tant'è che penso alla Francia per la mia pensione :rolleyes: ). Però ho scoperto con un po' di rammarico che in realtà in altri ambiti i francesi non godono di tanta ammirazione, ho scoperto dei cliché, che io non condivido perchè mi sono estranei, che abbondano nella visione degli italiani e di altri popoli verso i francesi. E la spiegazione che tutti mi han dato è che ho conosciuto solo francesi all'estero e mai francesi in Francia.

Allora ho fatto due riflessioni: primo, probabilmente è vero che le persone che si lanciano a vivere all'estero non rispecchiano esattamente la "verve" e la personalità del loro popolo d'origine, o la riflettono solo parzialmente, e secondo probabilmente il fatto di vederli slegati dal loro contesto influisce sulla percezione che abbiamo di loro. E questo potrebbe spiegare ad esempio il fatto che per me le olandesi sono delle gran ganze e non ho ritrovato - tra quelle che ho conosciuto io finora (all'estero :rolleyes: ) nessuno dei tratti di cui parlava ad esempio Camilla, che invece le olandesi le conosce in loco.

Trovo che tutto questo sia interessantissimo e vada analizzato quando parliamo di amicizie in espatrio perchè è naturale, in espatrio non entriamo in contatto solo con le italiane, anzi io personalmente entro in contatto molto di più con francofone e anglofone.


Claudiaexpat
claudiaexpat@expatclic.com

1989-90: Sudan / 1990-91: Angola / 1992-94 : Guinea-Bissau / 1995-97: Congo / 1999/03: Honduras / 2003-2009 Perú / 2010 Gerusalemme
Sostieni Expatclic
Il mio sito web personale
0

#35 User is offline   Giuliettaexpat 

  • Senior member
  • PipPipPip
  • Group: Equipe ExpatClic italiana
  • Posts: 1,912
  • Joined: 19-September 06
  • Gender:Female
  • Location:Los altos CA
  • F/M:Female

Posted 30 September 2010 - 08:39 AM

Claudia ripensaci per la pensione, non so se sia il posto giusto!!!
scusate senza nulla togliere ai francesi, penso in effetti che quelli che conosci tu siano i francesi aperti e curiosi che hanno deciso di vivere all'estero almeno per un po', non sono tutti cosi anzi la maggiro parte è chiusa e "orripilata' di fronte alla diversità... ma questo credo che valga anche per noiitaliani, diversi in patria rispetto a quelli che partono e che scoprono nuovi orizzonti.
Devo dire che dove vivo io adesso ci sono tanti stranieri e tanti francesi che hanno vissuto altrove e che quindi fuoriescono dal franco francese di base, ma il francese medio ti assicuro che viene pochissimo verso di te anche se gli tendi le braccia, ma va anche poco verso il compatriota che ha vissuto all'estero e che ha visto altro rispetto a lui.
Ma il discorso appunto secondo me è più generale, in espatrio ci si lega alle persone che come noi hanno fatto scelte di vita che le hanno portate ad aprirsi al mondo e agli altri, lontano da tutto e da tutti in generale ci si apre di più... analizzando per esempio le mie amicizie in espatrio anche quelle intrecciate con i locali sono 'andate a carcer" quei locali che avevano in un mmento della loro vita migrato per un po' altrove....
Giuliettaexpat
Redazione di Expatclic.com
giuliettaexpat@expatclic.com

Francia, Giappone, India, Francia, San Francisco Bay Area California USA
Sostieni Expatclic
Visita il nostro Sportello Espatrio!



Seguite le nostre avventure su http://icerrutiinindia.blogspot.com/
Il mio sito personale: http://www.racontemoiunehistoire.com
0

#36 User is offline   Camilla 

  • Senior member
  • PipPipPip
  • Group: Members
  • Posts: 411
  • Joined: 22-July 10
  • Gender:Female
  • F/M:Female

Posted 30 September 2010 - 12:39 PM

View PostClaudiaexpat, on 29 September 2010 - 03:13 PM, said:


E questo potrebbe spiegare ad esempio il fatto che per me le olandesi sono delle gran ganze e non ho ritrovato - tra quelle che ho conosciuto io finora (all'estero :rolleyes: ) nessuno dei tratti di cui parlava ad esempio Camilla, che invece le olandesi le conosce in loco.



Claudia, credimi: le(gli) olandesi danno veramente il meglio di se' all'estero. Oltre che ganzissimi e fantastici, aperti e cordiali, sono viaggiatori nati, si adattano a tutto, mangiano cipolla appesi agli alberi e si divertono lo stesso... ma quando rientrano nel loro minuscolo paese, tra rane e canali, pufffff... eccole li' a scrivere gli appuntamenti per i prossimi 27 mesi sulla loro agenda, compreso il giorno e l'ora in cui fanno la lavatrice, a compilare complicatissimi moduli per farsi rimborsare 30 cents che hanno pagato ingiustamente 12 anni fa e a occupare 4 posti con le loro borse carte e sacchetti nel treno affollatissimo dei pendolari all'ora di punta.

Questo contraddice in parte la tua teoria che la gente e' migliore nel proprio paese che all'estero? Non so, io sui francesi la penserei abbastanza come la Giulietta (un annetto ci ho vissuto in Francia, e pure nel posto dove dicono siano piu' aperti e cordiali), pero' poi ieri pranzavo con due colleghi francesi ganzissimi e pensavo che erano fantastici (uno specialmente :wub: :wub: :wub: ) anche se veramente francesi al 100%.

Boh, non ci capisco nulla, se riuscissi una volta a sgombrare la mia testa da almeno la meta' degli stereotipi e dei pregiudizi che ci alloggiano sarebbe gia' una gran cosa.

This post has been edited by Camilla: 30 September 2010 - 12:40 PM

0

#37 User is offline   selena 

  • Senior member
  • PipPipPip
  • Group: Members
  • Posts: 539
  • Joined: 01-January 08
  • Gender:Female
  • Location:Nerja, Spain
  • Interests:fotografia, cucina, viaggi, libri, letteratura sudamericana e giapponese, lingue
  • F/M:Female

Posted 01 October 2010 - 10:23 PM

A leggere i post qui sopra, sugli stranieri che all'estero son dei ganzi, ma in patria son delle piattole, mi vien da pensare che:

1-potrebbero dar il meglio di sé all'estero perché hanno bisogno di contatti, cercando amicizie per scoprire e condividere la loro esperienza, inteso il tutto in senso positivo, giá che sono delle persone che lo fanno per amore alla diversitá e perché amano condividere e scoprire nuovi modi di vivere

2-siccome vivono dove e come vogliono sono felici e allora si "comportano" diversamente che in patria

3-sono delle pecorelle nere che in patria si sentivano giá degli stranieri appunto perché il loro comportamento era ed é diverso dagli altri.

(dal canto mio io mi son sempre messa nella terza categoria, sentendomi abbastanza diversa dalle persone che mi circondavano, con desideri di espatrio, di esperienze all'estero, di viaggi, mentre gli altri solo volevano il "classico" lavoro-macchina-casa)

Poi c'è la 4ª opzione, la piú bruttina, ma putroppo veritiera, e qui mi riferisco a persone che ho avuto la sfortuna di conoscere

4-danno il meglio di sé all'estero perché si ritrovano in una situazione non troppo facile e allora devono ingraziarsi la gente per sfruttarla, o far credere loro che sono persone brillanti, simpatiche e di compagnia, quando invece é meglio evitarli perché approfittatori, falsi e con la lingua affilata. Di solito queste persone chiedono sempre dei favori: dargli lavoro, raccomandarli, prestargli soldi, trovargli casa, ospitarli....

non pensate male di me, purtroppo l'esperienza insegna che a volte é meglio stare attenti a quelle personcine che ti accolgono a braccia aperte ma dalle quali forse é meglio stare lontani, perché poi si rivelano le persone peggiori mai conosciute.

Comunque, nelle categorie nazionali con cui mi trovo bene, direi che con i portoghesi di solito ho un certo feeling (sará che parlo spagnolo con una pronuncia portoghese, mah!!!), che evito come la peste gli italiani (non odiatemi, ma un giorno racconteró le mie terribili esperienze in un best sellers :) ), mentre che gli inglesi e i tedeschi cerco di evitarli ma se ci devo lavorare insieme preferisco mille volte di piú un inglese ad un tedesco, e non ditemi che son matta! con i francesi non ho mai avuto contatti, gli argentini invece non vogliono contatti con noi giá che hanno la loro comunitá, come del resto tutti i sudamericani. Vivo tra spagnoli tutto il giorno ed ormai se voglio stare con uno straniero devo cercarlo!
España: 2004-hoy

Visita mi Fotoblog
0

#38 User is offline   BarbaraA. 

  • Senior member
  • PipPipPip
  • Group: Members
  • Posts: 101
  • Joined: 26-February 08
  • Gender:Female
  • F/M:Female

Posted 12 October 2010 - 01:34 AM

Bellisima discussione!

La mia esperienza e' forse diversa da quelle di molte di voi, visto che vivo nello stesso paese da vent'anni e dal momento in cui sono arrivata sapevo che ero qui per restare :rolleyes:
Leggendo le vostre testimonianze mi riconosco molto in parecchie di voi, mi e' parso quasi di leggere nelle varie esperienze tutto il mio percorso di amicizia.
Cominciando con l'entusiasmo di Cristina appena arrivata in Sud Africa con un forte desiderio di conoscere gente del posto e ritrovandomi al momento nell'esperienza di Elisa, e il suo connettersi in maniera piu' "profonda" con italiani o altri europei.

Io sono arriavata a Melbourne per seguire il mio fidanzato australiano, per cui lui aveva gia' le sue amicizie e tutte "locali" :) Questo e' stato in un certo senso un ostacolo per me in quanto io avevo bisogno di amici miei e mi ritrovavo invece a dover dividere i suoi! Ora direte: ma come sei difficile! E avete anche ragione! Ma io avrei voluto essere considerata piu' come un "individuo" invece che sempre parte di una coppia. Insomma...avevo bisogno di amicizie indipendenti che ho faticato a fare, tra gli australiani.
I primi anni, colpa sicuramente di molta insicurezza e attitudine sbagliata (come dice Lapins) ho trovato gli australiani molto freddi e superficiali, ottimi per una chiacchierata veloce sul tempo ma ben poco di piu'. Insomma non e' stato un inizio facile :blush:
Fortunatamente ho trovato un paio di solide amiche italiane con le quali dividere quei primi anni.

Dalla nascita della mia prima figlia le cose sono cambiate parecchio. Gia' dai primi mesi ho cominciato a conoscere altre mamme e alcune di loro sono diventate ottime amiche, di quelle, come dice Claudia, a cui poter smollare i bambini senza preavviso, per ogni emergenza.
Il fatto che a Melbourne ci sono moltissime persone come me, senza una famiglia a disposizione, aiuta sicuramente il formarsi di network di sostengno tra mamme.
Per cui ho passato un periodo molto pieno dal punto di vista sociale, gite allo zoo, ore passate a chiacchierare nel parco, pranzi e merende in compagnia di tante donne e mamme, per la maggior parte australiane, con le quali sentivo parecchia affinita'.

Al momento pero' mi ritrovo a mettere in discussione le mie amicizie e la mia vita sociale in generale :(

L'ultima volta che sono stata in Italia, a giugno, non ho rivisto nessuna delle mie amicizie "storiche", quelle della scuola e dell'infanzia. Mi rendo conto che non abbiamo piu' niente da dirci. Io non cerco loro, loro non cercano me.

Qui a Melbourne mi ritrovo ad avere difficolta' a mettermi in relazione con gli australiani, non so', ultimamente mi pare di volere di piu' e, spesso, non riesco ad averlo. Non so' se mi spiego, mi manca la profondita' che invece trovo con altri italiani o europei. Sara' che con l'eta' ho un bisogno di ritornare alle orgini o piu' semplicemente che sono diventata una "grumpy old woman" che sta bene da sola :blush: ! Socializzo molto poco e, appena posso, mi faccio una bella chiacchierata con amici italiani!

Ho la fortuna di avere alcuni amici "veri" sparsi per l'Italia e il mondo e con i quali e' sempre bello riverderci. Quegli amici con i quali non c'e' bisogno di vivere la quotidianita' per sentirci vicini, ma ogni volta che siamo insieme e come se non ci fossimo mai lasciati :) Grazie al cielo c'e' Skype :D
0

#39 User is offline   antonellaa 

  • Senior member
  • PipPipPip
  • Group: Socie onorarie
  • Posts: 209
  • Joined: 25-April 08
  • Gender:Female
  • Location:Malta
  • Interests:Arts, Design, travels, comics, sailing
  • F/M:Female

Posted 10 June 2011 - 01:28 PM

Expatclic è sempre pieno di risorse e questo Topic capita a fagiolo per quello che voglio dire oggi.

L’espatrio offre il privilegio di metterci a confronto con una delle leggi fondamentali della vita che è l’ imparmenenza o transitorietà, in particolare dobbiamo affrontare in modo più o meno brutale il distacco da cose e persone che ci sono familiari e che amiamo, più o meno spesso.

Da un po di anni ho imparato a considerare le persone che incontro come compagni di viaggio che prima o poi, per un motivo o per un ‘altro prendono la loro strada.

In Italia ho un’ unica vera amica, che è più di una sorella ed è il mio punto di riferimento per tutte le cose anche quelle più pratiche ( i miei familiari non sono affidabili). Anche grazie a Skype siamo in contatto costante.

Ma vorrei soprattutto ricordare una persona speciale perchè mi ha fatto conoscere Expatclic mandandomi la comunicazione del concorso fotografico nel 2008, il suo compleanno è in questi giorni e fa pensare alla rinascita. Cinzia è italiana, era traduttrice per l’ambasciata italiana a Kuala Lumpur , sposata con un malese e madre di tre figli.
L’ho incontrata di persona solo una volta, ma eravamo in contatto via email e telefono, ( pur essendo in Malesia ero distante due ore e mezzo di aereo) . la nostra comunicazione è stata intensa e vivace. Cinzia ci ha lasciato a febbraio di quest’anno dopo una lunga e sofferta malattia che non le ha mai tolto la vitalità. Solo adesso riesco a scrivere di lei non senza il magone.
Ciao Cinzia la tua luce è sempre accesa.

Un’altra persona speciale è la prima italiana che ho conosciuto a d Abu Dhabi dopo aver contattato il CiCer, l’associazione culturale degli italiani.
Anche se siamo molto diverse si è creato subito un feeling. La voglia di fare e la condivisione di interessi ci ha portato a fare tante belle cose insieme tra cui il workshop per bambini alla fiera del libro di Abu Dhabi.
Vera, dopo poco il mio arrivo mi ha fatto conoscere il gruppo di pittura della Women In Abu Dhabi (WIAD) associazione femminile che organizza gruppi e attività per le donne espatriate. Nel gruppo di pittura ho conosciuto Heejin, coreana.
Heejin per me è speciale perchè anche se parla inglese a fatica, la capisco benissimo, anzi ci capiamo benissimo, forse perchè ci accomuna la passione per l’arte. Ogni volta che penso a questo miracolo di comunicazione mi stupisco: l’ amicizia va oltre le barriere linguistiche e non serve sapere la stessa lingua se non hai niente da dire.
Dal gruppo di pittura è nato un sodalizio. Ho dato lezioni di disegno alla figlia , abbiamo partecipato insieme alla fiera del libro come illustratrici, abbiamo organizzato una mostra a casa sua dei nostri dipinti e parteciperemo insieme ad una fiera d’arte in Corea a Seoul quest’estate.
In questa fase della mia vita ho bisogno di condividere progetti non parole. Ma forse per essere più precisa avere la possibilità di esprimere la mia natura più profonda e trovare qualcuno che capisca e condivida.
http://antonellaanto...
http://www.flickr.co...
Labuan 2008, Abu Dhabi 2009, Malta 2012
0

#40 User is offline   Claudiaexpat 

  • Senior member
  • PipPipPip
  • Group: Administrators
  • Posts: 6,906
  • Joined: 10-March 04
  • Gender:Female
  • F/M:Female

Posted 11 June 2011 - 07:26 AM

Antonella, che tristezza e che gioia allo stesso tempo, tristezza per chi se ne va, e gioia perchè anche se se ne va, continua a vivere nei nostri cuori :wub:

Sono importanti, importantissimi questi legami che si creano in espatrio :wub: :blush:

Ti mando un mp

Claudiaexpat
claudiaexpat@expatclic.com

1989-90: Sudan / 1990-91: Angola / 1992-94 : Guinea-Bissau / 1995-97: Congo / 1999/03: Honduras / 2003-2009 Perú / 2010 Gerusalemme
Sostieni Expatclic
Il mio sito web personale
0

#41 User is offline   Camilla 

  • Senior member
  • PipPipPip
  • Group: Members
  • Posts: 411
  • Joined: 22-July 10
  • Gender:Female
  • F/M:Female

Posted 09 May 2012 - 01:55 PM

Ripesco questo post perche' stasera c'e' il farewell party dell'ennesima buona amica che se ne va. Questa volta e' New York, l'ultima se ne era andata a Dakar. Fa parte del nostro lavoro, i funzionari internazionali si muovono per definizione, ma mi sta venendo una certa paura di fare nuove amicizie. Perche' son sempre belle amicizie che poi finiscono. Certo ci si scrive, ci si manda le foto dei figli, gli auguri del compleanno, ma quel che manca e' la quotidianita' del caffe' insieme, le serate improvvisate, gli sfoghi nei brutti momenti e le gioie condivise in quelli belli...

Non so se sono belle amicizie proprio perche' sai che sono a termine. Io so solo che ogni volta che mi trovo bene con una persona ho paura ad affezionarmici troppo, nemmeno fosse una storia d'amore. Ora ho un bellissimo rapporto coi miei due unici colleghi italiani, con cui dividiamo tutto, ci aiutiamo, ci consoliamo, litighiamo. Uno dei due un mese fa e' stato chiamato per un colloquio per il posto dei suoi sogni. Mi son sentita meschina ed egoista perche' ho quasi sperato che gli andasse male (che poi gli e' andato male veramente, e quando me lo ha detto ci son rimasta malissimo).

E poi penso che al massimo tra cinque anni anch'io dovro' andarmene, perche' non possiamo restare piu' di sette anni qui. Spero quel giorno di non soffrite troppo.
0

#42 User is offline   chiarapavesi 

  • Senior member
  • PipPipPip
  • Group: Socie onorarie
  • Posts: 236
  • Joined: 01-May 09
  • Gender:Female
  • Location:Inverurie (Aberdeenshire) UK
  • Interests:famiglia, bambini, amici per il mondo, fotografia,cucina, libri...
  • F/M:Female

Posted 09 May 2012 - 02:28 PM

Anch'io Camilla ho la tua stessa paura... e credo che non siamo le sole!
pero' mi sono accorta che le relazioni vere e autentiche non si perdono e che vale sempre la pena investire sulle relazioni!

Capita anche a voi di iniziare a stringere relazioni significative e belle proprio quando siete li' li' per cambiare paese?? Posted Image


New Delhi, India 2007 -2009
Fort Worth, TX, USA 2009 -2010
Stavanger, Norway 2010- 2012

Aberdeenshire, Scozia, UK 2012 ....


0

#43 User is offline   Gogo 

  • Senior member
  • PipPipPip
  • Group: Members
  • Posts: 267
  • Joined: 05-April 11
  • Gender:Female
  • F/M:Female

Posted 09 May 2012 - 08:59 PM

io non so... in tutto ho passato due anni vivendo all'estero.. e ora mi sento ancora più chiusa di prima.
Sono più solitaria, sto molto meglio da sola che con gli altri che "uso" per avere compagnia..

ho trovato qualche mese fa una potenziale amica, che se fossimo in italia già le avrei chiesto la mano (per così dire :P ) l'adoro.
E stavolta sono io quella che se ne deve andare..

è una tristezza unica :unsure:

oppure, ultimamente sono triste perchè una mia amica mi ha detto che si sposa a giugno del 2013, quant'era felice! talmente tanto che non ce l'ho fatta a dirle che ci sono delle probabilità che io in quel mese mi trovi o in canada o in giappone a vivere (dipende da tante cose che accadranno nei prossimi mesi in italia).

e se non ci sarò in un momento così importante, come potrò far continuare l'amicizia salda e bella che c'è tra noi...

a volte mi chiedo se è davvero quello che voglio. Se fossi anche solo un po' più pigra e paurosa me ne starei in italia, andrei a tutti i matrimoni di sto mondo, e avrei tutti vicino senza perderli di vista.

inoltre, a volte mi chiedo se l'espatrio non mi abbia resa più "dura" e meno socievole, io, la regina della socievolezza XD
mah
:rolleyes:
1988- Crema, Italy
2009 - Tokyo, Japan
2010 - Bergamo, Italy
2011 - London, UK
2011 - Leeds, UK.
2012 - Milan, Italy
2013 - London, UK
2014 - Lisbon, Portugal

0

#44 User is offline   mariav 

  • Senior member
  • PipPipPip
  • Group: Members
  • Posts: 190
  • Joined: 30-June 10
  • Gender:Female
  • Location:London
  • F/M:Female

Posted 10 May 2012 - 04:08 AM

Ma sai che ci sto' pensando anche io a questa cosa! Mi sembra che l'espatrio mi abbia fatto diverntare piu' dura, forse piu' protettiva della mia sfera privata!

Ed e' un problema perche' poi alla fine ci soffro e non mi piaccio...io non sono cosi'. E' la paura di affezzionarsi o di, ogni volta, dover fare lo sforzo...ma se non facciamo lo sforzo poi comunque e' davvero peggio...ora poi che siamo noi a partire, che strazio! Ma certe amicizie sono sicura che rimarranno.
0

#45 User is offline   Camilla 

  • Senior member
  • PipPipPip
  • Group: Members
  • Posts: 411
  • Joined: 22-July 10
  • Gender:Female
  • F/M:Female

Posted 10 May 2012 - 03:20 PM

Io ho avuto l'effetto opposto. Da timidona montanara che ero da quando sono emigrata ho iniziato a socializzare anche con gli alberi e i muri... la solitudine che ho sofferto nel 2003, quando son arrivata qui con 600 euro al mese e una vita da ricostruire, mi ha veramente fatto perdere ogni remora. Il fatto e' che ora lo faccio anche in Italia, mi siedo ai caffe' o sulle panchine e inizio a parlare con tutti quelli che passano!

Poi pensavo ieri sera che quando la gente parte ti sembra sia stato tutto rosa, ma con questa ragazza che se ne andava ho avuto anche da ridire e certi suoi atteggiamenti non mi piacevano. Pero' ieri sera eravamo tutti amici e tutti buoni (complice anche qualche birra in piu') e le lacrimucce dell'ultimo abbraccio erano sincere.
0

#46 User is offline   Claudiaexpat 

  • Senior member
  • PipPipPip
  • Group: Administrators
  • Posts: 6,906
  • Joined: 10-March 04
  • Gender:Female
  • F/M:Female

Posted 10 May 2012 - 04:24 PM

Io indurita no, semmai come Camilla, il contrario...adesso socializzo anche con le pietre :rolleyes:

Anch'io penso sempre con timore a quando io o la cara amica di turno ci dovremo separare, perchè non è certo bello, ma allo stesso tempo, proprio perchè sono cosciente della separazione che prima o poi avviene, mi godo le relazioni molto più a fondo di prima. E poi credo di aver integrato il concetto che ogni paese porta le sue amicizie e la sua routine, che hanno la data di scadenza, ma che si ricreeranno in altri ambienti. Finchè si ha la fortuna di condividere un pezzo di vita insieme, val la pena di buttarsi a fondo, secondo me, poi si soffre, ma la relazione si reimposta su altri basi, e intanto arrivano altre persone. Bisogna diventare mobili anche nei sentimenti, care mie :P :P

Poi personalmente ora vivo le amicizie con molta meno tragedia rispetto agli inizi. Mi ricordo che quando è partita la mia amica Karin da Khartoum volevo suicidarmi!!!! Ma avevo trent'anni, oggi ne ho ehm :blush: :blush: qualcuno di più, e nel frattempo la mia amica Karin (che è olandese, Camilla :)) l'ho rivista tante e tante volte, in Olanda, in Italia, abbiamo passato momenti di "concentrato" e molto intensi. Mi sono settata a viverle così le amicizie, ne godo più a fondo che posso quando condividiamo la stessa routine, e poi faccio il possibile per mantenere saldo il nodo, scrivendo, chiamando su skype, e soprattutto sbattendomi per cercare di rivedere la gente appena posso.

E non so se capita anche a voi (credo che questa sia una caratteristica degli espatriati), ma appena rivedo degli amici coi quali magari non mi son vista per lungo tempo, la sintonia è immediatissima, si riprende dal punto in cui ci si è lasciati, ed è davvero come se il tempo non fosse passato.

Ho appena avuto in visita per una settimana una coppia di amici veramente carissimi (li ho conosciuti in Honduras, lei spagnola lui francese), ed è stato fantastico, un vero privilegio!!!! Certo, bisogna avere anche i mezzi e la fortuna di abitare in posti dove la gente viene, Gerusalemme in questo senso non presenta problemi :rolleyes:

Comunque io sono la prima a piangere come una fontana appena c'è un addio, non fatemi vedere due persone che si abbracciano perchè si stan lasciando, piango a fiumi...

Claudiaexpat
claudiaexpat@expatclic.com

1989-90: Sudan / 1990-91: Angola / 1992-94 : Guinea-Bissau / 1995-97: Congo / 1999/03: Honduras / 2003-2009 Perú / 2010 Gerusalemme
Sostieni Expatclic
Il mio sito web personale
0

#47 User is offline   Camilla 

  • Senior member
  • PipPipPip
  • Group: Members
  • Posts: 411
  • Joined: 22-July 10
  • Gender:Female
  • F/M:Female

Posted 11 May 2012 - 10:18 AM

Allora Claudia meglio che non ti venga trovare, se no facciamo venire il mal di testa a tutta la Palestina con le nostre chiacchiere <_< <_< Io poi se son socievole con l'universo mondo, con gli arabi son socievole alla millesima potenza, visto che la mia passione e il mio debole per tutti loro non sono un segreto :rolleyes: :rolleyes: :rolleyes:
0

#48 User is offline   Claudiaexpat 

  • Senior member
  • PipPipPip
  • Group: Administrators
  • Posts: 6,906
  • Joined: 10-March 04
  • Gender:Female
  • F/M:Female

Posted 11 May 2012 - 11:18 AM

Ma cara mia,
mi basta mandarti nella parte ovest di Gerusalemme, così vediamo se la tua voglia di socializzare ne esce intatta :P :P :P (la mia si ritira come un paguro appena varco l'invisibile frontiera :rolleyes:).

Claudiaexpat
claudiaexpat@expatclic.com

1989-90: Sudan / 1990-91: Angola / 1992-94 : Guinea-Bissau / 1995-97: Congo / 1999/03: Honduras / 2003-2009 Perú / 2010 Gerusalemme
Sostieni Expatclic
Il mio sito web personale
0

#49 User is offline   pinguino 

  • Senior member
  • PipPipPip
  • Group: Socie onorarie
  • Posts: 1,315
  • Joined: 17-January 07
  • Gender:Female
  • Location:zurich
  • F/M:Female

Posted 12 May 2012 - 05:36 PM

l'amicizia in espatrio non la vivo molto diversamente da come la vivevo in italia se devo essere sincera, non so se io non faccio testo dato che rispetto a voi abito molto più vicino all'Italia quindi quando voglio potrei andarmene tranquillamente in italia ogni w.e a rivedere gli amici, o se sono io ... sono almeno 2 o 3 anni che ci vado sempre meno :blink:
gli amici che ho qui sono italiani, ma anche svizzeri, con loro condivido il mio tempo libero che secondo me è sempre troppo poco uffi :angry:
ecco se proprio devo dirla tutta a me manca il tempo per vederli gli amici a volte, durante il w.e. concentro sempre tutto e così fanno anche loro ;)

Quote

E poi credo di aver integrato il concetto che ogni paese porta le sue amicizie e la sua routine, che hanno la data di scadenza, ma che si ricreeranno in altri ambienti. Finchè si ha la fortuna di condividere un pezzo di vita insieme, val la pena di buttarsi a fondo, secondo me, poi si soffre, ma la relazione si reimposta su altri basi, e intanto arrivano altre persone. Bisogna diventare mobili anche nei sentimenti, care mie

Quoto in pieno Claudia su questo in particolare..mi piace conoscere gente nuova, più ce n'è meglio è :P
Annalia
Svizzera (Zurigo)- 2006-?

Blog personale: http://tramuccheecio...
Svizzera tedesca: http://incontritaliani.wordpress.com, http://incontritaliani.forumfree.it
0

#50 User is offline   antonellaa 

  • Senior member
  • PipPipPip
  • Group: Socie onorarie
  • Posts: 209
  • Joined: 25-April 08
  • Gender:Female
  • Location:Malta
  • Interests:Arts, Design, travels, comics, sailing
  • F/M:Female

Posted 23 May 2012 - 08:55 AM

Vicina alla partenza, sono nella piena situazione da addii e riflessioni....
A differenza di Pinguino, le amicizie per me sono diversissime da posto a posto . In Italia ho un'unica vera amica, con il resto degli amici italiani ho sempre meno da dire e in molti casi mi sono stufata di chiamare sempre io.

Abu Dhabi è un luogo transitorio per tutti e arrivi e partenze sono la quotidianità. Nessuno appartiene mai veramente a questo posto anche se vive qui da molto tempo. La maggioranza delle persone qui ha girato mezzo mondo e ha ormai un vago ricordo del paese d'origine.

Qui ho un' amica coreana a cui tengo molto perchè abbiamo condiviso e stiamo condividendo esperienze uniche che vanno aldilà della quotidianità. Insieme abbiamo vissuto e condiviso una esperienza artistica e umana molto importante per entrambe e per la nostra crescita. Non credo si possa ripetere.

Cerco di non pensare a quando me ne andrò, ma d'altronde anche lei non sa se e quanto rimarrà ad Abu Dhabi quindi siamo entrambe consapevoli che in un modo o nell'altro ci dovremo lasciare.
Per il resto sto guardando avanti, e l'idea di fare punto e a capo non mi preoccupa molto, anzi sono curiosa di scoprire cosa imparerò di nuovo.
Vorrei incontrare gente che ha voglia di fare e condividere dei progetti, e in parte questo mio desiderio si sta realizzando con Expatclic che ha questo spirito di universalità e condivisione. Spero che questo legame cresca e dia dei frutti sempre più belli.
http://antonellaanto...
http://www.flickr.co...
Labuan 2008, Abu Dhabi 2009, Malta 2012
0

#51 User is offline   Silviaex 

  • Senior member
  • PipPipPip
  • Group: Members
  • Posts: 2,197
  • Joined: 06-December 06
  • Gender:Female
  • Location:Berlin, Germany
  • F/M:Female

Posted 24 May 2012 - 05:42 AM

Io non so, sono in una fase unica della mia vita, parlo con gli alber,i con gli uccellini...:blink: anzi no, loro li ascolto, ma insomma, ecco... mi godo le amicizie come un regalo soprannaturale, come la natura e sono sempre felice e sorridente anche quando dal neurologo (x le mie emicranie del ca..lo Posted Image ) o dal dentista (che tra l'altro è di un sexy!!!!!!! :whistling: ). Sono felice, sarà perchè a Berlino, sarà quel che sarà, ma sono contenta e si vede, perchè non me la lego al dito, non sto li a battibeccare, porgo l'altra guancia, accetto con calma zen (o nonchalance) i dfetti miei e quelli altrui, insomma...vivo e lascio vivere :sorcerer: . E tutta questa serena affettuosa attitudine verso gli altri (uccellini e alberi in primis) paga eccome. Vecchie presenze che sono ancora presenti, dall'altro capo del mondo... La mamma olandese dell'amichetta di mia figlia, che ormai vedo una volta o due l'anno date le vicinanze, si 'avvicina' sempre più, si apre, chiacchiera che manco fossimo in spiaggia mezze nude col pareo, insomma, si crea un'amicizia anche lì dove all'inizio non c'erano che cortese interesse e rispetto. Ecco, ascoltare, chiacchierare, darsi consigli senza esagerare, accettarli anche... Ieri mettevo lo smalto verde smeraldo sulle unghie dei piedi, mentre l'amica tedesca si faceva un pediluvio e fuori c'erano 30° e sembrava già luglio. L'anno rpossimo ripartirò, lascerò qui le amiche ad aspettarmi e a vedermi tornare con nuove valigie di storie e avventure.
Intanto, al mare quest'anno verranno amici svedesi, neozelandesi, tedeschi, italo tedeschi... forse persino il Capo :w00t: :w00t: :w00t: che meraviglia.... un'estate expat!!!!

Silviaexpat
Redazione di Expatclic.com
silviaexpat@expatclic.com

Personal blog: http://silviadelogu.wordpress.com
1992-93: Siria / 1995-98: Pakistan / 1998-99: India / 1999-00: Germany / 2000-02: Armenia / 2002-05: Pakistan / 2006-2008: Macedonia / 2009: Sudan / 2010: Tanzania / 2011: Berlin, Germany
Sostieni Expatclic
Visita il nostro Sportello Espatrio!
0

#52 User is offline   Camilla 

  • Senior member
  • PipPipPip
  • Group: Members
  • Posts: 411
  • Joined: 22-July 10
  • Gender:Female
  • F/M:Female

Posted 24 May 2012 - 07:07 AM

Capita sempre piu' spesso anche a me di essere felice, sorridente, tollerante e zen contro ogni previsione, io la chiamo la magia dei quaranta, ieri compivo gli anni e pensavo che per niente al mondo vorrei tornare ad averne trenta, e nemmeno venti... E si, son d'accordo, un pediluvio e 30 gradi al nord ti fanno sentire un'altra persona :D :D
0

#53 User is offline   Silviaex 

  • Senior member
  • PipPipPip
  • Group: Members
  • Posts: 2,197
  • Joined: 06-December 06
  • Gender:Female
  • Location:Berlin, Germany
  • F/M:Female

Posted 24 May 2012 - 10:31 AM

View PostCamilla, on 24 May 2012 - 07:07 AM, said:

Capita sempre piu' spesso anche a me di essere felice, sorridente, tollerante e zen contro ogni previsione, io la chiamo la magia dei quaranta, ieri compivo gli anni e pensavo che per niente al mondo vorrei tornare ad averne trenta, e nemmeno venti... E si, son d'accordo, un pediluvio e 30 gradi al nord ti fanno sentire un'altra persona :D :D



Ieri compivi gli anni???? cavolo ma allora il prossimo pediluvio lo dedico a te Camilla!!!:P :D :flowers: Ma guarda, hai proprio ragione, io la confusione dei 20?? :wacko: la 'carica' dei 30 :ph34r: ?? No, no, sarà pure che son piu' vicina ai cinquanta che ai quaranta, ma io son proprio felice, mi voglio bene, e ho capito un sacco di cose e cosucce, alcune che fanno anche arrossire... :whistling: :blushing: e meno male!!!! :P ;)
Silviaexpat
Redazione di Expatclic.com
silviaexpat@expatclic.com

Personal blog: http://silviadelogu.wordpress.com
1992-93: Siria / 1995-98: Pakistan / 1998-99: India / 1999-00: Germany / 2000-02: Armenia / 2002-05: Pakistan / 2006-2008: Macedonia / 2009: Sudan / 2010: Tanzania / 2011: Berlin, Germany
Sostieni Expatclic
Visita il nostro Sportello Espatrio!
0

#54 User is offline   shekerim 

  • Senior member
  • PipPipPip
  • Group: Members
  • Posts: 65
  • Joined: 27-September 12
  • Gender:Female
  • Location:zurich
  • Interests:travelling, reading, all kind of music, cinema, sports, art
  • F/M:Female

Posted 09 October 2012 - 02:10 PM

negli ultimi 10 anni mi son mossa tanto, quasi ogni anno e il tasto amicizia mi tocca particolarmente.
Finchè viaggiavo sola non me ne preocupavo, ho sempre fatto amicizia facilmente e ho mantenuta contatti anche una volta partita...ma da quando son sposata ed ho un bimbo la questione è diventata più difficile. In Francia soprattutto. Sarà che ero in una cittadina di provincia (Le Havre) poco aperta allo straniero, la gente non aveva la curiosità di conoscere gente di fuori...ed io con il bimbo di 3 mesi e un marito sempre al lavoro ho fatto una gran fatica. Mi sono iscritta ad un corso di francese ma, pur andando d'accordo con i compagni, questi erano studenti quindi con ritmi di vita totalmente diversi dai miei. Ecco...lì ho davvero sofferto la solitudine e avrei voluto tornare a casa ogni volta che aprivo gli occhi la mattina. Certo...avevo skype, avevo facebook ma non era la stessa cosa...non rimpiazzavano le risate, i momenti al bar, le chicchiere in ufficio...
Dopo ci siamo trasferiti qui, a Zurigo e la mia paura era grande anche perchè non parlavo mezza parola di tedesco, figuriamoci di svizzero e poi gli svizzeri non godono di ottima fama in quanto a rapporti interpersonali!!!! E invece ho avuto la fortuna di trovare amiche italiane, persone grazie alle quali il mio inserimento è stato bello e veloce. Non mi son MAI sentita sola ed ora che probabilmente devo andarmene mi piange il cuore nel vero senso della parola. SO che continuerò a sentirle ma mi mancherà la quotidianità con loro, il condividere le "sfighe" da italiana in svizzera tedesca, la coda per il biglietto per il sorteggio del mercatino, i caffè di gruppo organizzati in centro dope tizia presentava caia che era amica di cira e via dicendo, le domeniche desolate a casa di qualcuno nella speranza di sconfiggere la noia domenicale svizzera (devastante)... Spero di cuore che nella mia prossima destinazione la fortuna mi accolga perchè avere delle amiche espatriate credo sia fondamentale, per me imprescindibile per potermi adattare e vivere serenamente.
Non ho mai avuto problemi di socializzazione salvo in francia, in Normandia...e ancora non me lo spiego. SO solo che se tornassi indietro di 3 anni forse forse (nonostante l'esperienza guadagnata) a Le Havre non ci andrei manco dipinta. Al contrario...a Zurigo ci tornerei...non tanto per Zurigo ma per la vita e le persone conosciute.
Lo dico spesso a mio marito, gli spiego la mia tristezza nel partire ma lui, giustamente, dice che per nessuna (o quasi) Zurigo sarà la città definitiva quindi...inutile fermarsi in un posto solo per amicizia, quella dovrebbe continuare anche dopo, nonostante la distanza...ed è così che mi faccio coraggio, preparo la valigia, metto le cose nei cartoni e via...nel turbinio totale di una nuova vita da organizzare :))
Francesca

Salamanca 2002 - 2003
Istanbul 2003 - 2005
Ecuador 2006
Le Havre 2009 - 2010
Zurich 2010 - 2013
Paris 2013 - ...
0

#55 User is offline   Giuliettaexpat 

  • Senior member
  • PipPipPip
  • Group: Equipe ExpatClic italiana
  • Posts: 1,912
  • Joined: 19-September 06
  • Gender:Female
  • Location:Los altos CA
  • F/M:Female

Posted 09 October 2012 - 05:29 PM

ho constatato negli anni che le amicizie in espatrio sono belle e solide, nascono in contesti particolari e durano nel tempo....
anche quando si parte benche' sia doloroso le amicizie rimangono, ci sono, ci seguono....
Nel tempo ho riflettuto molto alle amicizie, vivendo all'estero si incontrano mille persone e ovviamente tante sono le relazioni superficiali, ma quando le relazioni si fanno piu profonde, allora le amicizie diventano indistruttibili, proprio perche' si sono consolidate in contesti in cui ognuno aveva bisogno dell'altro molto di piu di quanto possa avvenire quando si vive e rimane sempre nello stesso posto...
Certo le mille conoscenze le perdiamo nel tempo, ma le amicizie nuove nulla hanno da invidiare alle amicizie solide degli anni della giovinezza, della scuola, dell'universita'....sono amicizie sulle quali si puo contare!
Tra l'altro penso che avere dei bambini aiuti nel contesto dell'espatriazione a trovare nuovi amici, i bambini sono un viatico di relazioni enorme, la scuola, le diverse attivita', il giardino pubblico!!
Giuliettaexpat
Redazione di Expatclic.com
giuliettaexpat@expatclic.com

Francia, Giappone, India, Francia, San Francisco Bay Area California USA
Sostieni Expatclic
Visita il nostro Sportello Espatrio!



Seguite le nostre avventure su http://icerrutiinindia.blogspot.com/
Il mio sito personale: http://www.racontemoiunehistoire.com
0

#56 User is offline   shekerim 

  • Senior member
  • PipPipPip
  • Group: Members
  • Posts: 65
  • Joined: 27-September 12
  • Gender:Female
  • Location:zurich
  • Interests:travelling, reading, all kind of music, cinema, sports, art
  • F/M:Female

Posted 10 October 2012 - 03:29 PM

View PostSilviaexpat, on 24 May 2012 - 05:42 AM, said:

Io non so, sono in una fase unica della mia vita, parlo con gli alber,i con gli uccellini...:blink: anzi no, loro li ascolto, ma insomma, ecco... mi godo le amicizie come un regalo soprannaturale, come la natura e sono sempre felice e sorridente anche quando dal neurologo (x le mie emicranie del ca..lo Posted Image ) o dal dentista (che tra l'altro è di un sexy!!!!!!! :whistling: ). Sono felice, sarà perchè a Berlino, sarà quel che sarà, ma sono contenta e si vede, perchè non me la lego al dito, non sto li a battibeccare, porgo l'altra guancia, accetto con calma zen (o nonchalance) i dfetti miei e quelli altrui, insomma...vivo e lascio vivere :sorcerer: . E tutta questa serena affettuosa attitudine verso gli altri (uccellini e alberi in primis) paga eccome. Vecchie presenze che sono ancora presenti, dall'altro capo del mondo... La mamma olandese dell'amichetta di mia figlia, che ormai vedo una volta o due l'anno date le vicinanze, si 'avvicina' sempre più, si apre, chiacchiera che manco fossimo in spiaggia mezze nude col pareo, insomma, si crea un'amicizia anche lì dove all'inizio non c'erano che cortese interesse e rispetto. Ecco, ascoltare, chiacchierare, darsi consigli senza esagerare, accettarli anche... Ieri mettevo lo smalto verde smeraldo sulle unghie dei piedi, mentre l'amica tedesca si faceva un pediluvio e fuori c'erano 30° e sembrava già luglio. L'anno rpossimo ripartirò, lascerò qui le amiche ad aspettarmi e a vedermi tornare con nuove valigie di storie e avventure.
Intanto, al mare quest'anno verranno amici svedesi, neozelandesi, tedeschi, italo tedeschi... forse persino il Capo :w00t: :w00t: :w00t: che meraviglia.... un'estate expat!!!!





ahahah scusa Silvia se rido ma quando hai detto che parli (o ascolti) uccellini, alberi ecc ecc mi hai fatto venire in mente che quando vivevo ad Istanbul mi capitava di chiedere scusa al tavolo se ci picchiavo dentro con la gamba o saltellare di gioia come una cretina quando arrivava il postino con le bollette mensili...

Scherzi a parte ammiro il tuo "vivi e lascia vivere" cosa che non sono ancora riuscita a cucirmi addosso...ancora me la prendo con gli svizzeri se mi guardano storto perchè canto in macchina, o se parlo al cellulare (a voce normale e non gridando) sul tram. Vorrei poter arrivare ad un punto dove riesco a farmi scivolare addosso le cose e vivermi la MIA vita da espatriata come cavolo piace a me....sarà che non ho il dentista sexy ma solo il ginecologo che per il pap test dice "permeesssssssso" :D :D :D :D :D :D ????
Francesca

Salamanca 2002 - 2003
Istanbul 2003 - 2005
Ecuador 2006
Le Havre 2009 - 2010
Zurich 2010 - 2013
Paris 2013 - ...
0

#57 User is offline   DeborahP 

  • Senior member
  • PipPipPip
  • Group: Members
  • Posts: 110
  • Joined: 15-August 12
  • Gender:Female
  • Location:Switzerland
  • Interests:mi piace cucinare, leggere, camminare...e a volte mi diletto a lavorare la lana con i ferri :)
  • F/M:Female

Posted 11 October 2012 - 06:48 AM

View Postshekerim, on 09 October 2012 - 02:10 PM, said:

negli ultimi 10 anni mi son mossa tanto, quasi ogni anno e il tasto amicizia mi tocca particolarmente.
Finchè viaggiavo sola non me ne preocupavo, ho sempre fatto amicizia facilmente e ho mantenuta contatti anche una volta partita...ma da quando son sposata ed ho un bimbo la questione è diventata più difficile. In Francia soprattutto. Sarà che ero in una cittadina di provincia (Le Havre) poco aperta allo straniero, la gente non aveva la curiosità di conoscere gente di fuori...ed io con il bimbo di 3 mesi e un marito sempre al lavoro ho fatto una gran fatica. Mi sono iscritta ad un corso di francese ma, pur andando d'accordo con i compagni, questi erano studenti quindi con ritmi di vita totalmente diversi dai miei. Ecco...lì ho davvero sofferto la solitudine e avrei voluto tornare a casa ogni volta che aprivo gli occhi la mattina. Certo...avevo skype, avevo facebook ma non era la stessa cosa...non rimpiazzavano le risate, i momenti al bar, le chicchiere in ufficio...
Dopo ci siamo trasferiti qui, a Zurigo e la mia paura era grande anche perchè non parlavo mezza parola di tedesco, figuriamoci di svizzero e poi gli svizzeri non godono di ottima fama in quanto a rapporti interpersonali!!!! E invece ho avuto la fortuna di trovare amiche italiane, persone grazie alle quali il mio inserimento è stato bello e veloce. Non mi son MAI sentita sola ed ora che probabilmente devo andarmene mi piange il cuore nel vero senso della parola. SO che continuerò a sentirle ma mi mancherà la quotidianità con loro, il condividere le "sfighe" da italiana in svizzera tedesca, la coda per il biglietto per il sorteggio del mercatino, i caffè di gruppo organizzati in centro dope tizia presentava caia che era amica di cira e via dicendo, le domeniche desolate a casa di qualcuno nella speranza di sconfiggere la noia domenicale svizzera (devastante)... Spero di cuore che nella mia prossima destinazione la fortuna mi accolga perchè avere delle amiche espatriate credo sia fondamentale, per me imprescindibile per potermi adattare e vivere serenamente.
Non ho mai avuto problemi di socializzazione salvo in francia, in Normandia...e ancora non me lo spiego. SO solo che se tornassi indietro di 3 anni forse forse (nonostante l'esperienza guadagnata) a Le Havre non ci andrei manco dipinta. Al contrario...a Zurigo ci tornerei...non tanto per Zurigo ma per la vita e le persone conosciute.
Lo dico spesso a mio marito, gli spiego la mia tristezza nel partire ma lui, giustamente, dice che per nessuna (o quasi) Zurigo sarà la città definitiva quindi...inutile fermarsi in un posto solo per amicizia, quella dovrebbe continuare anche dopo, nonostante la distanza...ed è così che mi faccio coraggio, preparo la valigia, metto le cose nei cartoni e via...nel turbinio totale di una nuova vita da organizzare :))



Come ti capiscooooo!!!
La tua esperienza in Francia è la stessa che ho avuto io negli UK negli ultimi miei 3 anni di vita... :(
Se ti devo dire la verità, non ho mai pensato a "cercare le amicizie su web"..intendo, sono sempre stata all'oscuro di forum magnifici come questo o come quello di "incontri"! ...ma chissà, forse è stata solo sfortuna, perchè non ho frequentato i posti giusti... :)
Io come sai mi sto per trasferire a Zurigo (anzi in questi giorni sono qua a trovare il moroso...e stasera siamo all'aperitivo anche noi!) e il fatto che ci sia questo grande gruppo di ragazzi/e italiani è per me una forte spinta a provare questa esperienza nuova!!!
Non ho bisogno di vedere le amiche tutte i giorni, ma sicuramente di tanto in tanto fa piacere vedere faccia a faccia persone che hanno tanti aspetti in comune con te...e nei 3 anni scorsi, ho fatto una fatica, che non ti dico!

Ma adesso anche tu conosci questo magnifico mezzo che sono i forums!! e come ho avuto modo di vedere, hai già trovato ragazze italiane che vivono a Parigi e dintorni! Quindi sono sicura che questa volta l'esperienza in Francia sarà super positiva!! :)
E magari visto che hai già esperienza come moderatrice di forum, potresti iniziarne uno anche là! e riunire tutte le expat! :sorcerer:
UK 2009-2013
Switzerland 2013-
0

#58 User is offline   shekerim 

  • Senior member
  • PipPipPip
  • Group: Members
  • Posts: 65
  • Joined: 27-September 12
  • Gender:Female
  • Location:zurich
  • Interests:travelling, reading, all kind of music, cinema, sports, art
  • F/M:Female

Posted 11 October 2012 - 09:22 AM

Uh ma allora ci conosciamo stasera????Che bello!!!

Guarda...ho la certezza assoluta che con le ragazze di incontri ti troverai bene...c'è un po' di tutto...mamme, mogli, disoccupate, studentesse, lavoratrici...
Non mi stancherò mai di dire che loro son state la mia salvezza, non ci si vede di certo tutti i giorni ma ci si senta, un giorno ci si vede tra 2 o 3, poi quello dopo magari hai occasione di vederne altre...il solo fatto di sapere di non essere sola, che se voglio e ho tempo posso organizzare un caffè con qualcuno, organizzare un pomeriggio domenicale piovoso a casa e giocare alla Wii o far incontrare i bimbi... Per questo mi piabge il cuore partire, non ho trovato solo delle compagne d'avventura ma delle vere amiche :)
Vai tranquilla, son certa che ti piaceranno le ragazze :D
Francesca

Salamanca 2002 - 2003
Istanbul 2003 - 2005
Ecuador 2006
Le Havre 2009 - 2010
Zurich 2010 - 2013
Paris 2013 - ...
0

#59 User is offline   Claudiaexpat 

  • Senior member
  • PipPipPip
  • Group: Administrators
  • Posts: 6,906
  • Joined: 10-March 04
  • Gender:Female
  • F/M:Female

Posted 11 October 2012 - 10:00 AM

Questo topic casca a fagiolo perchè sono reduce da una serata (ieri) con alcune amiche di qui, con le quali si è formata una tale intesa, ma un tale magicissimo feeling, che non so nemmeno io come descriverlo :blink: Siamo un gruppetto di quattro, io italiana, due olandesi e una britannica, tutte con storie e situazioni molto diverse alle spalle, e da tempo si è scatenata tra noi questa chimica per cui quando ci troviamo le nostre serate restano mitiche e ci danno un'energia veramente allucinante :) :)

Ieri sera ci siamo trovate per un addio a una del gruppo che purtroppo parte (e si trasferisce a Berlino!!!! la metterò in contatto con Silvia, ovviamente :rolleyes:), ed è stato superlativo. Non è solo il fatto di ridere - perchè vi assicuro che a un certo punto ridevamo talmente tanto che ho pensato che i vicini avrebbero chiamato qualcuno -, ma anche il poter parlare di cose intelligenti. Le conversazioni con loro, sia che vertano sull'intimo (vi lascio immaginare le "chiacchiere tra donne", tutte sulla cinquantina andante :blink:) che sul politico, sono sempre talmente profonde da lasciarmi quasi stordita.

E ho pensato che parte della fortunata combinazione sta anche nel paese nel quale risediamo: vivere a Gerusalemme ti presenta sempre nuove sfide, è un banco di prova di vita talmente intenso che non smetti mai di farti domande e di ascoltarti, e naturalmente quando ne puoi parlare ti butti a mille... Insomma, questa mattina ho aperto i forum per fare un pochino anche questa considerazione: non sarà che le nostre amicizie in espatrio sono anche influenzate dal "contenuto" umano, politico, intellettuale, del paese dove residiamo?

E l'altra cosa che volevo ricalcare è l'importanza delle associazioni di accoglienza, ne abbiamo già parlato e scritto tanto. I bambini, sono d'accordo con Giulietta, sono un fantastico canale per farsi amicizie perchè ti portano in diretto contatto con altri genitori, ma capisco anche Francesca quando dice che a Le Havre, col suo bebè, si sentiva isolata e sola. Se il bimbo/a non va ancora a scuola, può diventare davvero difficile socializzare, soprattutto - credo - nelle città occidentali. Per questo io consiglio veramente vivamente, laddove possibile, di buttarsi su queste associazioni, che sono fatte APPOSTA, veramente allo scopo di facilitare gli incontri e stringere amicizie. Poi ognuno sceglie, naturalmente. Queste amiche di cui parlo sopra le ho incontrate tutte nell'associazione expat di Gerusalemme, alla cui porta ho bussato immediatamente al mio arrivo. Chiaro, non le trovi ovunque, queste reti, ma nelle più grandi città del mondo ormai qualcosa c'è sempre, e anzi, se ne trovate qualcuna che non è compresa in questa lista, ce lo fate sapere por favor, che la aggiungiamo :sorcerer:

Claudiaexpat
claudiaexpat@expatclic.com

1989-90: Sudan / 1990-91: Angola / 1992-94 : Guinea-Bissau / 1995-97: Congo / 1999/03: Honduras / 2003-2009 Perú / 2010 Gerusalemme
Sostieni Expatclic
Il mio sito web personale
0

#60 User is offline   Camilla 

  • Senior member
  • PipPipPip
  • Group: Members
  • Posts: 411
  • Joined: 22-July 10
  • Gender:Female
  • F/M:Female

Posted 11 October 2012 - 10:37 AM

Io qui naturalmente famiglie con bambini ne conosco e le frequento, ma a parte un paio di colleghe, il resto fondamentalmente mi annoia abbastanza e lo faccio solo per mio figlio. In compenso ho un sacco di amici single o coppie senza figli con cui veramente me la passo bene, non solo quando sono da sola ma a volte mi porto dietro anche mio figlio che comunque se la passa bene anche lui.

Il mio consiglio e' di uscire un po' da questi circoli mamme-(papa')-bimbi, e' parecchio stimolante e ti fa conoscere aspetti del paese di accoglienza che altrimenti ignoreresti. Ho stanziato un budget babysitter mica da ridere, ma devo dire che per la mia sanita' mentale e il mio equilibrio certe serate/giornate sono un balsamo.
0

Share this topic:


  • 3 Pages +
  • 1
  • 2
  • 3
  • You cannot start a new topic
  • You cannot reply to this topic

1 User(s) are reading this topic
0 members, 1 guests, 0 anonymous users