ExpatClic Forums: Accettazione - ExpatClic Forums

Jump to content

Page 1 of 1
  • You cannot start a new topic
  • You cannot reply to this topic

Accettazione Quando si fa di necessita' virtu'

#1 Guest_Fiordaliso_Invité

  • Group: Invités

Posted 04 November 2010 - 11:28 PM

Carissime,

Ormai mi sento gia' un po' oltre :) Ovvero non scrivo per sfogarmi come ho quasi sempre fatto in questi anni. Ma per testimoniare un'esperienza e chissa' magari che questa non aiuti qualcun'altra/o che si e' ritrovata/o a vivere un'esperienza simile alla mia.

I fatti:

Cambio paese (scelta di vita e di lavoro), entusiasmo iniziale, presa di coscienza della difficolta' dell'inserimento nel tessuto sociale locale (nel mio caso l'essere straniera dove gli stranieri sono pochi, in un luogo dove quasi tutti hanno una fitta rete di familiari contrariamente a me che non ne ho nessuno a parte due figli e marito orso autorecluso in casa e nessuno dall'Italia puo' mai venirmi a trovare; dove le mamme sono quasi tutte giovani anche di 20 anni piu' giovani, dove la gente in generale e' rimasta attaccata alla sua terra ed e' stata poco all'estero; dove le persone in generale hanno un basso livello di istruzione e ti guardano come una snob se parli della tua tantopiu' che' sei straniera :blink: :o ); depressione; niente via di uscita (per vari motivi), senso di disperato intrappolamento; gran lavoro su me stessa, autoiniezioni di coraggio, uscita VERA dal baratro, RAFFORZAMENTO, 'sdrammatizzazione' dei propri limiti, delle proprie differenze, accettazione degli altri, comprensione profonda e compassione per i loro limiti e compassione per i miei.

Non so se per altre il processo d'integrazione e' stato cosi' difficile. Il mio e' durato 6 anni. Non volevo restare, anzi. Ma ho fatto di necessita' virtu'. E comincio a star bene. Non vedo piu' le persone come dietro a un vetro smerigliato, comincio a vederle come esseri in carne e ossa. E non pendo piu' dal loro giudizio su di me, che mi sono sempre attesa negativo. In realta' il loro giudizio proprio non mi interessa :rolleyes: :rolleyes:

Mi sa che questa volta ce l'ho fatta davvero ... :D

Parlarvi mi ha aiutato molto :wub:

Buona vita in espatrio a tutte :rolleyes:
0

#2 User is offline   mariav 

  • Senior member
  • PipPipPip
  • Group: Members
  • Posts: 190
  • Joined: 30-June 10
  • Gender:Female
  • Location:London
  • F/M:Female

Posted 05 November 2010 - 02:37 AM

Che dire Fiordaliso, sei un'ispirazione. Mi hai fatto proprio sorridere.
La mia esperienza in questo nuovo espatrio é stata molto dura, finora, sicuramente la piú dura perché ha minato la mia autostima e la sicurezza che ho sempre avuto nel relazionarmi con gli altri :unsure:

Per essere chiara, credo di essere stata vittima di mobbing sul lavoro come mai mi era successo. E questo ha innescato una serie di meccanismi in me che proprio non conoscevo. E non mi sono riconosciuta!
I tempi qui sono chiaramente piú rapidi che nel contesto di cui parli tu perché i contratti sono piú brevi e insomma, non ci sono relazioni familiari ma solo amicizie e rapporti di lavoro. Quindi, devo uscire da questa situazione al piú presto. Ma stó giá facendo qualcosa e il fatto di attivamente aver preso la mia situazione in mano mi fa stare giá meglio.

Complimenti e complimenti perché hai fatto una cosa non facile. Mio marito inglese viene da un paesino che mi sembra molto simile a quello che descrivi tu e io ho sempre messo in chiaro che non vorrei proprio vivere lí un pó per i motivi che hai descritto tu. Brava brava!!!! E continua cosí!
0

#3 User is offline   Silviaex 

  • Senior member
  • PipPipPip
  • Group: Members
  • Posts: 2,197
  • Joined: 06-December 06
  • Gender:Female
  • Location:Berlin, Germany
  • F/M:Female

Posted 05 November 2010 - 06:15 AM

Laura, che emozione nel leggerti stamane Posted Image
Continua così, anche quando fuori è grigio e tutti sembrano ostili, tu accendi le luci di casa, metti della musica, canta e fai
rumore...

Io è ormai parecchio che sto riflettendo sull'invisibilità che avvolge lentamente molte di noi trailing spouses, il nostro esserci senza esser viste.
Non è il tuo caso forse, nè quello di Maria visto che avete comunque un'attivià professionale che vi porta fuori casa.

Ma il tema della difficoltà, che a volte diventa minacciosa, in espatrio, lontano da tutte le nostre coordinate, be' quel tema è infinito e complesso, articolato qui sui nostri forum dalle tante storie di ciascuna di noi.
Ognuna poi, a modo suo, riesce infine a stabilizzarsi, moltissime tra noi godono a piene mani della vita che conducono, altre sono più semplicemente serene, altre ancora - per usare la tua espressione - fanno di necessità virtù...
Quante storie, quante donne, quante maniere diverse di vivere, quante soluzioni... E' bello leggervi, al mattino come alla sera.

Brava Laura!
Posted Image
Silviaexpat
Redazione di Expatclic.com
silviaexpat@expatclic.com

Personal blog: http://silviadelogu.wordpress.com
1992-93: Siria / 1995-98: Pakistan / 1998-99: India / 1999-00: Germany / 2000-02: Armenia / 2002-05: Pakistan / 2006-2008: Macedonia / 2009: Sudan / 2010: Tanzania / 2011: Berlin, Germany
Sostieni Expatclic
Visita il nostro Sportello Espatrio!
0

#4 User is offline   Camilla 

  • Senior member
  • PipPipPip
  • Group: Members
  • Posts: 411
  • Joined: 22-July 10
  • Gender:Female
  • F/M:Female

Posted 05 November 2010 - 10:00 AM

Laura, non so che dire... il tuo post dice gia' tutto.

Voglio solo mandarti un abbraccio da questa grigissima giornata olandese su cui hai fatto arrivare un poco di sole :wub: :wub:
0

#5 User is offline   Giuliettaexpat 

  • Senior member
  • PipPipPip
  • Group: Equipe ExpatClic italiana
  • Posts: 1,912
  • Joined: 19-September 06
  • Gender:Female
  • Location:Los altos CA
  • F/M:Female

Posted 05 November 2010 - 10:41 AM

Che dire, brava Laura, brava perche' sei riuscita ad analizzare la tua situazione , a reagire e pian pian a venirne fuori, dolorosamente ma sei pronta a ripartire con un piede nuovo.... e' vero che su expatclic le storie che si intrecciano e che ci raccontiamo sono stoire diverse l'una dall'altra, storie di gioie e dolori, di donne che lottano per ineserirsi, staccarsi, continuare a camminare a testa alta, c'e' chi ha una strada piu' in discesa di fronte e chi invece deve scalare montagne per arrivare a sorridere sempre, ma tutte le storie sprigionano energia e voglia di costruire qualcosa.... penso che faccia bene leggerle e possa aiutare anche chi ha la sola e semplice voglia di partire per ricominciare a vivere da un'altra parte ma in realta' non si rende conto che tutto non e' cosi facile e semplice, non si volta pagina cambiando paese....
la vita in espatrio la si costruisce giorno per giorno con forza e coraggio, le energie che ci vogliono sono infinite, ma alla fine il risultato e' grandioso e forse le
persone anche :wub: :wub: :wub:
Giuliettaexpat
Redazione di Expatclic.com
giuliettaexpat@expatclic.com

Francia, Giappone, India, Francia, San Francisco Bay Area California USA
Sostieni Expatclic
Visita il nostro Sportello Espatrio!



Seguite le nostre avventure su http://icerrutiinindia.blogspot.com/
Il mio sito personale: http://www.racontemoiunehistoire.com
0

#6 User is offline   pinguino 

  • Senior member
  • PipPipPip
  • Group: Socie onorarie
  • Posts: 1,315
  • Joined: 17-January 07
  • Gender:Female
  • Location:zurich
  • F/M:Female

Posted 05 November 2010 - 12:37 PM

Brava Laura, è bello sentirti consapevole degli sforzi che hai fatto e in qualche modo OLTRE!! che bella parola.. :)
L'espatrio lo sappiamo bene noi tutte è una sensazione mentale e anche se ci adattiamo fisicamente la nostra mente ci mette piu' tempo, se ci aggiungi i cambi della vita come il matrimonio, i figli etc.. alla fine non ci si riconosce piu', ci si deve andare a trovare di nuovo. Tu pian pianino stai costruendo la tua Laura in UK, è importante!
Le sensazioni che esprimi in modo diverso ma anche uguale le ho provate anche io tanto che ho costruito un'altra me, che alle volte stento a riconoscere, le ho persino trovato un nome diverso per distinguerla da quella che ho lasciato in italia. E' normale cambiare ed è anche bello perchè di solito quello che diventiamo, dopo un po' di vicissitudini, è qualcosa di piu' forte di quello che abbiamo lasciato. :wub:
Annalia
Svizzera (Zurigo)- 2006-?

Blog personale: http://tramuccheecio...
Svizzera tedesca: http://incontritaliani.wordpress.com, http://incontritaliani.forumfree.it
0

#7 Guest_Fiordaliso_Invité

  • Group: Invités

Posted 06 November 2010 - 04:39 AM

Grazie mille ragazze :wub: :wub:

Son certa che se non avessi avuto figli l'integrazione sarebbe stata molto piu' semplice (stranamente per altre persone e' esattamente il contrario :o ), ma ora e' proprio per i miei figli che ho dovuto dar fondo alle mie risorse umane.

Si' Giulietta, la mia e' una testimonianza del fatto che non basti cambiare paese per trovare il Paradiso che in Italia non si trova piu' ormai da tempo. Quando ho deciso 6 anni fa di fermarmi qui per un po' (ebbene si' ho detto io a mio marito che la citta' era bella e potevamo fermarci anche se poi siamo andati ad abitare in periferia <_< ), non avevo capito quanto sarebbe stato difficile integrarsi e questo a causa del mio grande entusiasmo per i 'posti nuovi' non importa dove ...

I 'posti nuovi' non importa dove, vanno bene solo se ci si deve fermare temporaneamente e noi non avevamo assolutamente in mente di restare. Poi le cose sono andate diversamente e appunto mi e' toccato 'fare di necessita' virtu'... (lasciando pero' sempre aperta una piccola porticina alla speranza ;) )
0

Share this topic:


Page 1 of 1
  • You cannot start a new topic
  • You cannot reply to this topic

1 User(s) are reading this topic
0 members, 1 guests, 0 anonymous users