ExpatClic Forums: bambini bilingue (articolo) - ExpatClic Forums

Jump to content

  • 4 Pages +
  • « First
  • 2
  • 3
  • 4
  • You cannot start a new topic
  • You cannot reply to this topic

bambini bilingue (articolo)

#91 User is offline   Elisaexpat 

  • Senior member
  • PipPipPip
  • Group: Anglophone section
  • Posts: 334
  • Joined: 17-September 09
  • Gender:Female
  • Location:Perth
  • F/M:Female

Posted 07 September 2010 - 02:01 AM

Ragazze volevo segnalarvi questo sito (spero che si possa) per insegnare ai vostri bambini a leggere in inglese.
www.readingeggs.com
La nostra scuola ha fornito l'abbonamento ai bambini della pre-primary (5-6 anni) e mio figlio, che aveva iniziato a leggere da solo, e' diventato bravissimo!
E' a pagamento ma si puo' provare gratuitamente per un certo periodo.
Io ve lo consiglio! :)
Elisa

"Una volta che il mondo ti si e' aperto
e' difficile richiuderlo"


Scozia 1997/2000 - Olanda 2003/2006 - Western Australia 2006/today
0

#92 User is offline   Camilla 

  • Senior member
  • PipPipPip
  • Group: Members
  • Posts: 411
  • Joined: 22-July 10
  • Gender:Female
  • F/M:Female

Posted 02 November 2010 - 02:58 PM

Domanda da un milione di dollari: trilingui va bene, ma quadrilingui non e' un po' troppo?

Mi spiego. Mio figlio di 2 anni e mezzo e' fino ad ora cresciuto tranquillamente trilingue, italiano con la mamma, arabo-marocchino col papa' e olandese alla creche. Alla faccia di chi dice che i bambini polilingui iniziano a parlare tardi, lui ci rintrona con le sue chiacchiere poliglotte da quando aveva 1 anno e mezzo :o :o .

Ora, finalmente, a gennaio mi trasferiro' nella citta' dove lavoro e sto sistemando tutto a poco a poco. Ho trovato una creche vicino all'ufficio/futura casa che me lo prende tre giorni la settimana. Qui in Olanda tutte le donne (tranne me :ph34r: :ph34r: ) fanno il part-time, quindi e' difficilissimo trovare subito l'asilo per 5gg la settimana. La signora del planning mi ha detto di prendere i tre giorni cosi' acquisto priorita' nella lista d'attesa e forse in qualche mese avro' gli altri due giorni. Oppure anche no.

Allora non mi resta che cercare la tanto criticata nanny (mai dire mai, vero Camilla? :P ) per gli altri due giorni. Fatto sta che avrei una o piu' buone opportunita' con delle baby-sitter filippine, da dividere eventualmente con una collega con figlio pari eta', che sono brave, affidabili, referenziate ma... ahime'... non parlano olandese ma solo inglese.

Ma secondo voi non e' troppo quattro lingue per sta creatura? Avete esperienze al riguardo? Tra l'altro fosse un'altra lingua, ma l'inglese proprio non mi va giu', poi mi diventera' mica come i figli dei miei colleghi che vanno alle scuole internazionali e a 8 anni parlano coi genitori, cinesi o iraniani, con accento oxfordiano... :ph34r: :ph34r: :ph34r: ... vabbe', al limite adamus mi parlera' con allegro accento filippino :lol: ... Qui in teoria si inizia a studiare inglese alle scuole medie, a 13 anni, ma i ragazzini a 10 anni gia' lo capiscono e parlano perfettamente, vuoi la TV non doppiata, vuoi Internet, vuoi le canzoni, vuoi che tutti parlano sto inglese... Insomma, non so se questa cosa dell'inglese e' un pro o un contro, sono solo preoccupata per sta creatura, nuova casa, nuova creche, nuova baby-sitter, nuova situazione familiare, e pure lingua nuova?

Rassicuratemi, ve ne prego.

This post has been edited by Camilla: 02 November 2010 - 02:59 PM

0

#93 User is offline   Giuliettaexpat 

  • Senior member
  • PipPipPip
  • Group: Equipe ExpatClic italiana
  • Posts: 1,912
  • Joined: 19-September 06
  • Gender:Female
  • Location:Los altos CA
  • F/M:Female

Posted 02 November 2010 - 05:03 PM

io francamente Camilla non mi preoccuperei e data l'età del tuo pargoletto penso che l'inserimento dell'inglese non lo spiazzerà minimamente!!!
i bambini sono capaci di "ingurgitare " di tutto e di più e soprattutto piccolissimi.Poi devo dire che visto guà il bel bagaglio linguistico che si ritrova secondo me dell'inglese se ne farà un boccone, in bocca al lupo!
Giuliettaexpat
Redazione di Expatclic.com
giuliettaexpat@expatclic.com

Francia, Giappone, India, Francia, San Francisco Bay Area California USA
Sostieni Expatclic
Visita il nostro Sportello Espatrio!



Seguite le nostre avventure su http://icerrutiinindia.blogspot.com/
Il mio sito personale: http://www.racontemoiunehistoire.com
0

#94 User is offline   mariav 

  • Senior member
  • PipPipPip
  • Group: Members
  • Posts: 190
  • Joined: 30-June 10
  • Gender:Female
  • Location:London
  • F/M:Female

Posted 03 November 2010 - 02:19 AM

Sono d'accordo con Giulietta. Oltretutto se dici che comunque i bimbi lo imparano dalla TV etc lui lo assimilerá in un attimo e poi, sono solo 2 giorni a settimana!
Vai tranquilla!
0

#95 User is offline   Silviaex 

  • Senior member
  • PipPipPip
  • Group: Members
  • Posts: 2,197
  • Joined: 06-December 06
  • Gender:Female
  • Location:Berlin, Germany
  • F/M:Female

Posted 03 November 2010 - 06:52 AM

Ma si, Camilla, non ti preoccupare..
per esperienza, mia figlia ha iniziato a parlare in russo, poi già da prima dei due anni interagiva in italiano con me, in tedesco col papà e in russo appunto con la tata e... ascoltava i genitori parlarsi in inglese e interagire con i colleghi in francese...!!!
A tre anni e mezzo ha iniziato la creche in Pakistan, dove quindi ha iniziato con l'inglese e poi dal 2006 studia francese come 'seconda' lingua...
Morale? adesso è quadrilingue e se è vero che torneremo in Armenia tra un annetto, be`, spero proprio che ritiri fuori il russo così ci diventa ehm.. pentalingue.. Posted Image
Ah, dimenticavo, a Khartoum ha iniziato con lo spagnolo che è simile all'italiano e in più è anche molto usato in famiglia (per diversi motivi) e insomma, direi che lo ha assimilato bene.
Che fa, adesso mi diventa.... what??? esalingue??????????
Posted Image Posted Image Posted Image
Silviaexpat
Redazione di Expatclic.com
silviaexpat@expatclic.com

Personal blog: http://silviadelogu.wordpress.com
1992-93: Siria / 1995-98: Pakistan / 1998-99: India / 1999-00: Germany / 2000-02: Armenia / 2002-05: Pakistan / 2006-2008: Macedonia / 2009: Sudan / 2010: Tanzania / 2011: Berlin, Germany
Sostieni Expatclic
Visita il nostro Sportello Espatrio!
0

#96 User is offline   Fiordaliso 

  • Senior member
  • PipPipPip
  • Group: Members
  • Posts: 732
  • Joined: 14-May 08
  • Gender:Female
  • Location:Inghilterra (East Midlands)
  • F/M:Female

Posted 03 November 2010 - 10:16 AM

View PostSilviaexpat, on 03 November 2010 - 06:52 AM, said:

Ma si, Camilla, non ti preoccupare..
per esperienza, mia figlia ha iniziato a parlare in russo, poi già da prima dei due anni interagiva in italiano con me, in tedesco col papà e in russo appunto con la tata e... ascoltava i genitori parlarsi in inglese e interagire con i colleghi in francese...!!!
A tre anni e mezzo ha iniziato la creche in Pakistan, dove quindi ha iniziato con l'inglese e poi dal 2006 studia francese come 'seconda' lingua...
Morale? adesso è quadrilingue e se è vero che torneremo in Armenia tra un annetto, be`, spero proprio che ritiri fuori il russo così ci diventa ehm.. pentalingue.. Posted Image
Ah, dimenticavo, a Khartoum ha iniziato con lo spagnolo che è simile all'italiano e in più è anche molto usato in famiglia (per diversi motivi) e insomma, direi che lo ha assimilato bene.
Che fa, adesso mi diventa.... what??? esalingue??????????
Posted Image Posted Image Posted Image



:w00t: :w00t: :w00t: :w00t: :rolleyes: :wub:

Mi sa tanto che Emily e' un genio come mamma e papa'!
Laura

Bielefeld (1996-1997), Berlin (1998-1999 e 2001-2002), Wolverhampton (2002-2004), Lincoln (2004-?)
0

#97 User is offline   Cricchellina 

  • Senior member
  • PipPipPip
  • Group: Socie onorarie
  • Posts: 963
  • Joined: 17-September 08
  • Gender:Female
  • Location:Leatherhead, Surrey
  • Interests:Camminare, Saxophone, leggere
  • F/M:Female

Posted 03 November 2010 - 11:11 AM

:lol: :lol: :wub: Che tenera!! All'Universita' Studiera' relazioni internazionali :P
I sogni si realizzano; senza questa possibilità, la natura non c'inciterebbe a farne. - J. Updike

Spagna 1991- 2001
Inghilterra 2008-2010
7 mesi a Singapore fino maggio 2011... poi di nuovo in UK
0

#98 User is offline   Silviaex 

  • Senior member
  • PipPipPip
  • Group: Members
  • Posts: 2,197
  • Joined: 06-December 06
  • Gender:Female
  • Location:Berlin, Germany
  • F/M:Female

Posted 03 November 2010 - 01:50 PM

Posted Image Posted Image Posted Image Posted Image Posted Image

ps: alla gatta le parla in Urdu sennò se lo scorda... Posted Image

A parte tutto, Camilla, secondo me i bambini sono super ricettivi e offrir loro la varietà linguistica è un po' come offrire loro la varietà che già esiste in natura, non trovi? I luoghi, i colori, i sapori... in fondo anche l'orecchio vuole la sua parte! Posted Image
Poi, sì, è vero, ci sono bambini che hanno problemi nel raccapezzarsi tra i diversi suoni, ma forse, lì la natura del problema è un'altra e la causa non nasce dalle diverse lingue cui il bambino è sottoposto, quanto piuttosto forse da una incapacità del cervello (di quel bambino / individuo/ adulto) nel mettere insieme concetti, numeri etc in 'linea' come farebbe un cervello 'normale'. Oddio, mi esprimo malissimo Posted Image perchè non sono cose di cui mi occupo, quello che vorrei dire è che forse i bambini che hanno difficoltà ad accettare l'esposizione a più lingue sono bambini con problematiche preesistenti, di tipo forse cognitivo, che magari si manifestano in relazione alle lingue, a scuola... ma che hanno un'altra causa. Non so...

Silviaexpat
Redazione di Expatclic.com
silviaexpat@expatclic.com

Personal blog: http://silviadelogu.wordpress.com
1992-93: Siria / 1995-98: Pakistan / 1998-99: India / 1999-00: Germany / 2000-02: Armenia / 2002-05: Pakistan / 2006-2008: Macedonia / 2009: Sudan / 2010: Tanzania / 2011: Berlin, Germany
Sostieni Expatclic
Visita il nostro Sportello Espatrio!
0

#99 User is offline   Elenaex 

  • Senior member
  • PipPipPip
  • Group: Members
  • Posts: 305
  • Joined: 14-March 10
  • Gender:Female
  • Location:Melbourne
  • F/M:Female

Posted 04 November 2010 - 10:10 AM

Camilla, io ti do' il mio parere "da maestra" piu' che da mamma (come mamma la mia esperienza e' di bimbi bilingue punto e stop...per ora!).

io credo che sia estremamente positivo il fatto che ciascuna lingua ha una persona di riferimento (mamma, papa', maestra, nanny) ben precisa e un Luogo piuttosto definito (casa, scuola/fuori). Questo e' davvero importante e aiutera' moltisimo tuo figlio.
Il problema non e' un sovraccarico di lavoro per tuo figlio ( al contrario il suo cervello sparera' sinapsi all'impazzata migliorando qualitativamente la propria capacita' di elaborazione dei dati, vedi la poliglotta bimba di Silvia) quanto una possibile ansia che questo sovraccarico puo' comportare. Il fatto di dare al bambino una struttura che si ripete, il fatto che il bambino sa cosa aspettarsi, dove e da chi, gli dara' sicurezza e quindi la tranquillita' per investire tutte le sue energie nell'uso della nuova lingua.

Se vuoi, puoi sbirciare questoblog che qualcuno aveva segnalato proprio qui sul forum (non ricordo dove e chi, probabimente in questo stesso topic). Il blog e' fermo da tempo, ma leggiucchiando qua e la', puoi trovare risposte positive e confortanti alla tua domanda.

In bocca al lupo per tutte le tue novita'!
Elenaexpat
Redazione di Expatclic.com
elenaexpat@expatclic.com
Italia - 12,815 giorni; Boston, MA - 1,226 giorni; Melbourne, VIC - 781 giorni

Sostieni Expatclic
Visita il nostro sportello Espatrio!
0

#100 User is offline   Camilla 

  • Senior member
  • PipPipPip
  • Group: Members
  • Posts: 411
  • Joined: 22-July 10
  • Gender:Female
  • F/M:Female

Posted 04 November 2010 - 10:45 AM

Grazie grazie carissime dei preziosi consigli e delle vostre rassicurazioni.

Ho fatto un appuntamento con una di queste babysitter e poi vi dico, ma non ho dubbi che adamus capira' quel che dice e si fara' capire benissimo (specie se deve ottenere qualcosa che gli interessa :P ).

Elena, su questa cosa di ogni lingua che ha un suo posto e una persona di riferimento ti ringrazio di avermelo spiegato cosi' bene, lo avevo gia' sentito ma a dir la verita' non sono bravissima a rispettare la regola, con mio figlio parlo un italiano infarcito di olandese e di arabo che farebbe drizzare i capelli a chiunque... Ora mi metto seriamente a parlargli solo in italiano, anche perche' sono ormai l'unica persona con cui parla italiano. Prima infatti con mio marito parlavo in italiano, ora alla peggio urliamo o alla meglio ci mandiamo sms :ph34r: :ph34r: .

Sempre per Elena: non ce l'avresti un suggerimento per scatenare le sinapsi anche della mamma, che invece e' una perfetta capra tibetana (senza offesa per le capre tibetane) con qualsiasi lingua straniera? :D :P ;) Invece con le lingue morte sono bravissima, ne so circa 25 alcune delle quali le conoscono solo altre due persone al mondo :rolleyes: .
0

#101 User is offline   Fiordaliso 

  • Senior member
  • PipPipPip
  • Group: Members
  • Posts: 732
  • Joined: 14-May 08
  • Gender:Female
  • Location:Inghilterra (East Midlands)
  • F/M:Female

Posted 04 November 2010 - 12:40 PM

View PostCamilla, on 04 November 2010 - 10:45 AM, said:

Grazie grazie carissime dei preziosi consigli e delle vostre rassicurazioni.

Ho fatto un appuntamento con una di queste babysitter e poi vi dico, ma non ho dubbi che adamus capira' quel che dice e si fara' capire benissimo (specie se deve ottenere qualcosa che gli interessa :P ).

Elena, su questa cosa di ogni lingua che ha un suo posto e una persona di riferimento ti ringrazio di avermelo spiegato cosi' bene, lo avevo gia' sentito ma a dir la verita' non sono bravissima a rispettare la regola, con mio figlio parlo un italiano infarcito di olandese e di arabo che farebbe drizzare i capelli a chiunque... Ora mi metto seriamente a parlargli solo in italiano, anche perche' sono ormai l'unica persona con cui parla italiano. Prima infatti con mio marito parlavo in italiano, ora alla peggio urliamo o alla meglio ci mandiamo sms :ph34r: :ph34r: .

Sempre per Elena: non ce l'avresti un suggerimento per scatenare le sinapsi anche della mamma, che invece e' una perfetta capra tibetana (senza offesa per le capre tibetane) con qualsiasi lingua straniera? :D :P ;) Invece con le lingue morte sono bravissima, ne so circa 25 alcune delle quali le conoscono solo altre due persone al mondo :rolleyes: .


25 LINGUE MORTE????? :w00t: :w00t: :w00t: NON E' CHE ME NE FARESTI LA LISTA QUANDO TROVI UN PO' DI TEMPO??? Sono STRACURIOSA!!!!!!!! :blush: :blush: :D
Laura

Bielefeld (1996-1997), Berlin (1998-1999 e 2001-2002), Wolverhampton (2002-2004), Lincoln (2004-?)
0

#102 User is offline   zauber_tita 

  • Member
  • PipPip
  • Group: Members
  • Posts: 15
  • Joined: 19-July 08
  • Gender:Male
  • F/M:Female

Posted 28 May 2011 - 10:09 AM

Ciao, non mi affaccio su questo forum da tempo immemore per varie ragioni esistenzial/lavorative, ma oggi che è il mio primo giorno di vacanza (urrà) mi sono venuta a fare un giro. Ben ritrovate! Il tema del bilinguismo mi appassiona, specie ora che ho una figlia e posso osservare come evolve la sua conoscenza delle lingue. Leggo con molto interesse un blog che si chiama Bilingue per gioco, e amo confrontarmi con altre famiglie bilingui che conosco. Io sono italiana, mio marito è australiano ma parla molto bene l'italiano e, imprevedibilmente, mentre prima della nascita s'era deciso di adottare il classico approccio di una lingua per genitore lui adesso parla solo italiano con la nostra piccola. Ciò vuol dire che la lingua in famiglia è diventata l'italiano, e quando si è fuori o con non italofoni passiamo all'inglese con loro, ma ci rivolgiamo sempre in italiano alla nostra pargola. Per ora mi pare che l'italiano prevalga per mia figlia, ma da quando ha cominciato ad andare due soli giorni alla settimana all'asilo si sono insinuate alcune parole inglesi nel suo vocabolario, che per ora è comunque limitato (ha 22 mesi).

Mi chiedevo però come vivono le vostre famiglie di origine il bilinguismo vostro e dei vostri figli/e. Mia suocera, che vediamo una volta al mese in media perché viviamo in città diverse, in linea di principio sembra orgogliosa dell'educazione bilingue della nipote, ma all'atto pratico sembra quasi avere del risentimento per il fatto di non poter capire od esprimersi in italiano. Inoltre ha cominciato a inserire nelle sue frasi rivolte a nostra figlia delle parole in pseudoitaliano, nonostante noi le abbiamo garbatamente spiegato che non è necessario, anzi, che contiamo su di lei perché le insegni l'inglese raccontandole storie e cantandole canzoni, come del resto fa. Insomma, le vostre famiglie (quelle d'origine e di in-laws) come gestiscono il bilinguismo o plurilinguismo vostro e dei vostri figli/e?
0

#103 User is offline   Qamar 

  • Senior member
  • PipPipPip
  • Group: Members
  • Posts: 373
  • Joined: 03-July 08
  • Gender:Female
  • Location:Beirut
  • F/M:Female

Posted 28 May 2011 - 11:01 AM

mi hai fatto ridere quando hai detto che tua suocera prova del risentimento per non parlare italiano, la mia prova del risentimento perche' "questa bimba impara l'italiano prima dell'arabo..." e vedi un po', mi verrebbe da dire. :lol:
pero' lei poi e' dolce e come la tua usa quelle poche parole italiane che sa appena puo'.
il fatto che la piccola sara' plurilingue e' motivo di orgoglio per entrambe le famiglie. devi vedere i nonni che elencano con un sorrisetto soddisfatto le lingue che parlera' in futuro. :D
0

#104 User is offline   alessandra.s 

  • Senior member
  • PipPipPip
  • Group: Members
  • Posts: 160
  • Joined: 27-October 09
  • Gender:Female
  • Location:Budapest

Posted 28 May 2011 - 01:28 PM

View PostQamar, on 28 May 2011 - 11:01 AM, said:

mi hai fatto ridere quando hai detto che tua suocera prova del risentimento per non parlare italiano, la mia prova del risentimento perche' "questa bimba impara l'italiano prima dell'arabo..." e vedi un po', mi verrebbe da dire. :lol:
pero' lei poi e' dolce e come la tua usa quelle poche parole italiane che sa appena puo'.
il fatto che la piccola sara' plurilingue e' motivo di orgoglio per entrambe le famiglie. devi vedere i nonni che elencano con un sorrisetto soddisfatto le lingue che parlera' in futuro. :D


i nonni possono essere preoccupati all'inizio, quando i bimbi sono piccolini .... perchè oddio non parleranno la nostra lingua, etc etc . poi quando se li ritrovano a parlare 3-4 lingue come niente fosse, i piccolini diventano motivo d'orgoglio ..... Ho notato che tanti bambini tardano a parlare. Le mie, ad esempio , hanno iniziato veramente tardi ..... e poi all'improvviso in 2 lingue, Non bisogna preoccuparsi, può succedere.
Noi, comunque , con loro parliamo solo ed esclusivamente in italiano. E' importante che imparino bene la nostra lingua, Quando è necessario parliamo in inglese, giusto per educazione per le persone presenti.
Poi ci sono gli aspetti divertenti, gli strafalcioni, le parole mezze italiane e mezze altre lingue. me le sono scritte .... tra qualche anno si faranno delle belle risate. L'aspetto antipatico è quando imparano a parlare meglio di noi o, peggio ancora, quando imparano altre lingue che noi non conosciamo ... e ci correggono, etc. insopportabile!!!!!!!!!!!!!


devo scappare, ma ritornerò su questo topic, è veramnete interessante
buon weekend a tutte
alessandra
Antigua,Mauritius,Budapest,Cairo,Budapest ...
0

#105 User is offline   Annaexpat 

  • Senior member
  • PipPipPip
  • Group: Administrators
  • Posts: 1,639
  • Joined: 14-February 08
  • Gender:Female
  • F/M:Female

Posted 17 August 2011 - 06:13 PM

Ho letto qualche giorno fa questo articolo sui bambini bilingui, e mi sono ricordata di questo topic.

Avevo scritto un bel po' di tempo fa, la nostra situazione ora e' questa: Emma ha 3 anni, con noi genitori parla italiano, a scuola e in giro inglese, passa da una lingua all'altra anche nella stessa frase, se per esempio sta parlando con me e qualcun altro, e quando gioca con Sara molto spesso le parla in inglese. Lasciamo perdere poi che ha gia' iniziato a correggerci :whistling: (mio marito dice che parla anche italiano, meglio di lui :w00t: siamo nei guai!). Sara ha 15 mesi e dice 3 parole, non una di piu': mamma, Em, e papa' (quando e' molto ispirata, se no e' mamma anche lui). Pero' con i segni si da da fare alla grande (tremo al pensiero di quando parlera' anche lei), e non ha difficolta' a capire ne' l'italiano ne' l'inglese.

Oggi alla scuola di Emma c'era un bambino nuovo, che condividera' l'armadietto proprio con lei. La maestra mi ha detto che parla solo francese, mi ha fatto una tenerezza!!

Annaexpat
Redazione di Expatclic.com
annaexpat@expatclic.com

USA (CO) 2007 - today
Sostieni Expatclic
Visita il nostro Sportello Espatrio!
0

#106 User is offline   Maha 

  • New entry
  • Pip
  • Group: Members
  • Posts: 5
  • Joined: 03-September 11
  • Gender:Female
  • Location:PARIS
  • F/M:Female

Posted 10 September 2011 - 06:16 PM

Salve a tutte , sono una new entry e vorrei farvi partecipe della mia esperienza.
Vivo a Parigi e ho una figlia di quattro anni e mezzo, a casa si parla italiano ; mio marito è marocchino ma ha vissuto a lungo in Italia dove ci siamo conosciuti, quindi tra di noi abbiamo sempre parlato italiano.
Mia figlia ha subito compreso che in famiglia si parlava italiano e fuori c'era il francese fin da piccolina.
Avendo avuto una nanny franco-marocchina ha cominciato anche a capire alcune parole in arabo-marocchino.
Ora a quattro anni e mezzo parla francese perfettamente senza il mio accento :rolleyes: , parla italiano con intonazione alla Carla Bruni e con qualche inflessione romana, e pronuncia le parole in arabo perfettamente come suo padre.
Certo il francese è la lingua che si parla a scuola , con i compagni e quando gioca da sola.
L'italiano è la lingua della famiglia visto che si rivolge al padre solo in italiano.
Penso che i bimbi debbano avere un interlocutore monolingue questo facilita l'apprendimento della lingua.
Molte mie amiche parlano italiano e francese ai loro bimbi ; risultato la figlia della mia amica non parla ancora e ha quasi tre anni.
Non scoraggiatevi e parlate sempre la vostra lingua madre per trasmettere la vostra storia le vostre tradizioni e i vostri sentimenti non c'è niente di piu' bello.
Per il resto c'è la scuola e la televisione e il mondo fuori.
0

#107 User is offline   Camilla 

  • Senior member
  • PipPipPip
  • Group: Members
  • Posts: 411
  • Joined: 22-July 10
  • Gender:Female
  • F/M:Female

Posted 04 October 2011 - 02:20 PM

Mah, i bambini iniziano a parlare ad eta' talmente diverse tra loro che mi pare azzardato collegare il fatto di non usare il metodo una persona/una lingua al fatto che il bambino treenne non parla. Conosco bambini monolingue treenni che non spiaccicano parola, ma questo e' abbastanza normale, magari sono degli assi in altre cose.

Mio figlio, che ha una background linguistico simile al tuo - italiano con la madre, darija con il padre e olandese a scuola - ha inziato a parlare in tutte e tre le lingue prestissimo, a un anno e mezzo. Ma non si tratta certo di un bambino precoce, visto ad esempio che abbiamo tolto il pannolino qualche settimana fa, a tre anni e mezzo (e non di notte :blush: :blush: ). Ogni bambino ha i suoi tempi di sviluppo, compresi quelli linguistici, che vanno rispettati.

Tra l'altro lui chiacchiera chiacchiera da quando era piccolo ma non siamo molto rigidi nella cosa dell'una lingua per ciascuno, io in testa. La lingua non e' un monolite immobile e inattacabile, cambia e si evolve con la societa', e una societa' e una famiglia multiculturale come la nostra e' normale che tenda a creare una lingua speciale. Non solo con mio figlio io uso parole in darija e in olandese, ma il piccoletto ha addirittura insegnato l'arabo e l'olandese a tutta la mia famiglia :P :P :P Ora tutti, nonni compresi, viaggiano in TAIARA e non piu' in aereo, mangiano KIP e non piu' pollo, accendono le sigarette con la BRIQA e non con l'accendino... Scehrzi a parte, ad esempio qui in olanda la seconda e terza generazione di marocchini (che tra l'altro per gran parte son berberi/rifi e non arabi) usa una lingua meticciata che ha un gran successo nello show business e che viene capita e spesso usata anche dagli olandesi. Cabarettisti, rappers, conduttori radiofonici la usano molto nel loro lavoro.

Ma se sei in francia conoscerai bene ZEBDA, il gruppo. ZBDA e' burro in arabo, e burro in francese e' beurre, e BEURS e' come vengono chiamati les arabes con questi giochini di lettere che piaccion tanto ai franciosi, da li' vien zbda, che e' sfottersi da soli e nei loro testi si usa molto questa lingua meticciata.

Insomma, io non pretendo che mio figlio mi diventi un accademico della crusca, anche se guarda spesso cartoni in arabo standard e mi ripete le canzonicine... che sentite da un bambino fanno lo stesso effetto di sentirlo parlare in latino :D :D ...
0

#108 User is offline   lapins 

  • Senior member
  • PipPipPip
  • Group: Members
  • Posts: 152
  • Joined: 09-April 10
  • Gender:Female

Posted 31 October 2013 - 03:20 PM

Ritiro fuori questo post per sapere come procede per le mamme che avevano gia' postato, e come pensano di affrontare il discorso le neomamme :)

Il mio compagno parla italiano ma essendo piu' comprensibile io in francese allora in casa nostra si parla da sempre francese.
I miei suoceri conoscono l'italiano ma parlano da sempre solo francese tra loro e con i loro figli (tranne i parenti in Italia), anche con me solo francese.
Con Diego parlo italiano.
Diego che va al nido inizia a parlare francese, tante paroline non proprio ancora delle frasi complete a parte cose tipo dov'e' mamma e fa freddo (sempre in francese he :P)

Ecco, lo so che e' presto, ma mi piacerebbe tanto sentirlo parlare in italiano con me :blush: ma purtroppo non dice ancora niente a parte GRAZIE e SI. Tutto il resto in francese.
Cosi mi riesce a volte difficile rispondergli in italiano. Mi sforzo di continuare ma ho l'impressione che non serva a granche'. Voi che ne pensate?
Non ho nessuna intenzione di mollare perche' sono convinta che ne valga la pena per lui. Pero' a volte e' frustrante. Chi si e' gia' ritrovato nella mia situazione?

This post has been edited by lapins: 31 October 2013 - 03:22 PM

Dublin (Ireland) 2005 - 2007
Montpellier (France) 2008 - today
0

#109 User is offline   Paola82 

  • Senior member
  • PipPipPip
  • Group: Members
  • Posts: 190
  • Joined: 26-December 10
  • Gender:Female
  • Location:Paris
  • Interests:concerts, cats, books, movies, swimming, pilates, zumba :)
  • F/M:Female

Posted 31 October 2013 - 04:55 PM

View Postlapins, on 31 October 2013 - 03:20 PM, said:

Ritiro fuori questo post per sapere come procede per le mamme che avevano gia' postato, e come pensano di affrontare il discorso le neomamme :)

Il mio compagno parla italiano ma essendo piu' comprensibile io in francese allora in casa nostra si parla da sempre francese.
I miei suoceri conoscono l'italiano ma parlano da sempre solo francese tra loro e con i loro figli (tranne i parenti in Italia), anche con me solo francese.
Con Diego parlo italiano.
Diego che va al nido inizia a parlare francese, tante paroline non proprio ancora delle frasi complete a parte cose tipo dov'e' mamma e fa freddo (sempre in francese he :P)

Ecco, lo so che e' presto, ma mi piacerebbe tanto sentirlo parlare in italiano con me :blush: ma purtroppo non dice ancora niente a parte GRAZIE e SI. Tutto il resto in francese.
Cosi mi riesce a volte difficile rispondergli in italiano. Mi sforzo di continuare ma ho l'impressione che non serva a granche'. Voi che ne pensate?
Non ho nessuna intenzione di mollare perche' sono convinta che ne valga la pena per lui. Pero' a volte e' frustrante. Chi si e' gia' ritrovato nella mia situazione?



Gaël, 19 mesi e va al nido. Ancora non parla, cerca di comunicare. Io gli parlo solo in italiano, il papá in francese, e parliamo francese in casa. Ora ad esempio quando cerca qualcosa dice: "e úuuuu?" , che secondo me vorrebbe dire: "il est où?", io insisto e dico: "dové????" peró anche a me sembra inutile. Spero tanto che piú in lá parli le due lingue..... :huh:

Wroclaw (Polska)2005
Carrick-On-Shannon & Dublin (Ireland) 2007
St Helens (UK) 2008
Barcelona (España) 2008-2011
Paris (France) 2012-...
0

#110 User is offline   cado72 

  • Senior member
  • PipPipPip
  • Group: Members
  • Posts: 67
  • Joined: 23-November 10
  • Gender:Female
  • Location:bailly-romainvilliers, paris
  • Interests:letteratura straniera, teatro, musica, sport e arte
  • F/M:Female

Posted 31 October 2013 - 05:13 PM

View Postlapins, on 31 October 2013 - 03:20 PM, said:

Ritiro fuori questo post per sapere come procede per le mamme che avevano gia' postato, e come pensano di affrontare il discorso le neomamme :)

Il mio compagno parla italiano ma essendo piu' comprensibile io in francese allora in casa nostra si parla da sempre francese.
I miei suoceri conoscono l'italiano ma parlano da sempre solo francese tra loro e con i loro figli (tranne i parenti in Italia), anche con me solo francese.
Con Diego parlo italiano.
Diego che va al nido inizia a parlare francese, tante paroline non proprio ancora delle frasi complete a parte cose tipo dov'e' mamma e fa freddo (sempre in francese he :P)

Ecco, lo so che e' presto, ma mi piacerebbe tanto sentirlo parlare in italiano con me :blush: ma purtroppo non dice ancora niente a parte GRAZIE e SI. Tutto il resto in francese.
Cosi mi riesce a volte difficile rispondergli in italiano. Mi sforzo di continuare ma ho l'impressione che non serva a granche'. Voi che ne pensate?
Non ho nessuna intenzione di mollare perche' sono convinta che ne valga la pena per lui. Pero' a volte e' frustrante. Chi si e' gia' ritrovato nella mia situazione?



Ciao Lapins,

io nn facevo parte delle mamme che avevano descritto le loro esperienze ma adesso ti riporto la mia visto che ho una bimba, Alice, di 4 anni e un bimbo, ALessandro, di 19 mesi.
Dunque, io ho sempre parlato ad Alice in italiano in casa, in francese fuori, e cosi' faccio anche con Ale; (all'inizio mi ero abituata anche a tradurre le frasi in automatico!! :huh: poi grazie ai cartoni animati, canzoni, libri in italiano lei (e ALe) ha sempre avuto presente e sentito la lingua nostrana nella sua vita: devo ammettere pero'che ci sono momenti in cui io stessa le parlo in francese in casa per abitudine e perché mi viene naturale! poi quando c'é mio marito che é francese, parliamo in francese.

Alice fin da piccolissima ha sempre parlato molto bene e le sue prime parole (un elenco da paura a 18 mesi) erano sia in francese che in italiano e a suo piacimento le utilizzava per indicare le cose o descrivere quello che voleva: per es tuttora a tavola nonostante non mischi le lingue preferisce dire "basta cosi' maman" (mi fa troppo ridere :P ) nonostante stia parlando in francese: é come se l'italiano sia il modo migliore per dirci a tavola che nn vuole più mangiare una cosa : eppure usa 'ça suffit' in altre situazioni!!!

Ora che va a scuola ho notato che il contesto in cui passa tante ore della sua giornata ha un peso preponderante (giustamente) sulla sue capacità linguistiche e infatti privilegia il francese e lo parla molto meglio dell'italiano; e vedo che anche in casa, mi risponde sempre in francese anche se le ho chiesto cose in italiano; poi per vedere se le conosce nella ns lingua glielo chiedo e lei mi fa la traduzione!!! :blush:

Ero un po'perplessa percio' negli ultimi tempi sulla sua conoscenza attuale dell'italiano perché avevo paura che avessi troppo puntato sul francese e che poi andando in Italia a trovare i nonni , lei avesse difficoltà a farsi capire da loro, e sorprendentemente, una settimana fa, una volta entrata in casa dei nonni ha iniziato a parlare italiano con la nonna e lo zio e il nonno, che erano tutti contenti di poter interagire in maniera completa con lei!!!

Mi ha davvero scioccato per come sapesse usare parole, frasi che neanche con me usa!! evidentemente sa che é obbligata a parlare l'italiano se vuole farsi capire, cioé il suo cervello passa in 'mode italiano' come quando cambiamo modalità sui telefonini!!! :P

Ora Alessandro sta iniziando a dire le sue prime parole e le dice tutte in francese (de l'eau= dell'acqua; tétine= ciuccio; main=mano; dodo=nanna) :huh: o mischia: "donna" (donne=dammi) tienna (tiens=tieni) pero' inizia a capire le due lingue perché si nasconde la faccina tra le mani se gli dico: où est-il Alessandro? dov'é ALessandro?...

insomma é un mondo meraviglioso, divertente e pieno di scoperte quello dell'apprendimento delle lingue da parte dei piu piccoli, loro avranno solo vantaggi dal fatto che vivono in contesti pluriliguistici e multiculturali, il fatto di avere a disposizione 2 o piu modi di dire le cose o capire bene più lingue per loro é un grande arricchimento della loro mente e del loro spirito e delle loro capacità di rapportarsi al mondo esterno (e anche familiare!!! :rolleyes: )

un bacione a te e tutte... :) Ps Ho messo la traduzione delle parole per chi nn conosce il francese... ;)

This post has been edited by cado72: 31 October 2013 - 08:03 PM

0

#111 User is offline   Claudiaexpat 

  • Senior member
  • PipPipPip
  • Group: Administrators
  • Posts: 6,906
  • Joined: 10-March 04
  • Gender:Female
  • F/M:Female

Posted 03 November 2013 - 04:40 PM

Ciao a tutte,
mi infilo in questo topic anche se i miei figli hanno imparato a parlare ormai da mooooooolto :P :P :P :P
Mi appassiona sempre! Proprio l'altro giorno parlavo di questo discorso delle lingue con un'amica italiana che vive a Ginevra ed era in visita qui coi suoi due figli di nove e undici anni. Lei e il marito italiani, parlano sempre italiano in casa, ma i figli sono arrivati a Ginevra qualche anno fa e immersi nell'ambiente francofono e andando a scuola in Francia, parlano molto più francese che italiano. Tra loro usano sempre il francese e mi diceva la mia amica che si rivolgono anche a lei sempre più spesso in francese. L'italiano lo parlano benissimo (con un lievissimo accento), anche se si vede che sono più fluenti in francese. Lei continua a risponder loro in italiano, comunque.

Ma quello che mi domando è: se è già "difficile" portarli a esprimersi in italiano quando la coppia è mono nazionale, come si fa tra coppie miste, come le vostre? Alla fine il francese diventa non solo la lingua della socializzazione fuori casa, ma anche la lingua di famiglia...e l'italiano la lingua della mamma. Trovo che sia comunque giusto insistere - l'italiano resterà sfavorito, ma verrà pur sempre appreso. E vi posso assicurare per esperienza che anche le lingue che vengono parlare meno o con più difficoltà dai nostri figli, al momento opportuno, e opportunamente esercitate, si rafforzano e diventano perfette. Quindi godete di questo mélange linguistico, che riflette la ricchezza di vita dei vostri bambini, e non preoccupatevi eccessivamente - se i vostri figli avranno mai bisogno di parlare l'italiano alla perfezione, basterà davvero poco :rolleyes: :rolleyes:

Claudiaexpat
claudiaexpat@expatclic.com

1989-90: Sudan / 1990-91: Angola / 1992-94 : Guinea-Bissau / 1995-97: Congo / 1999/03: Honduras / 2003-2009 Perú / 2010 Gerusalemme
Sostieni Expatclic
Il mio sito web personale
0

#112 User is offline   ExpatLe 

  • Member
  • PipPip
  • Group: Members
  • Posts: 27
  • Joined: 17-October 13
  • Gender:Female
  • Location:Toulon
  • Interests:Viaggiare, Leggere, Cucinare
    I miei bimbi, Gli animali, La musica
  • F/M:Female

Posted 03 November 2013 - 04:48 PM

Noooo, non dite che non serve!! Il bilinguismo non è mica un punto in più sul curriculum, è un mondo diverso, un'apertura mentale, uno scalino in più che potete dare ai vostri figli!
Noi siamo italiani, ma abbiamo vissuto due anni in Spagna e mio marito parla spagnolo dall'università quindi lui parla ai bimbi in spagnolo, poi per rimpinguare sentiamo canzoni, leggiamo libri e vediamo cartoni in spagnolo, inoltre ora che lui sarà lontano 4 mesi abbiamo deciso di prendere una ragazza alla pari spagnola.
I miei due bimbi hanno 14 e 28 mesi, il piccolo dice qualche parolina in italiano, ma capisce entrambe le lingue; la grande ormai si esprime molto bene in italiano, mentre in spagnolo ha meno padronanza, ma non significa che non capisca tutto e tenti di esprimersi anche in quella lingua.
Inoltre da qualche mese viviamo in Francia e quindi si stanno interfacciando anche in quella lingua, la grande già ha immagazzinato alcune parole di uso comune: merci, bonjour, au revoir.

Vi lascio il link con una testimonianza davvero interessante: http://bilinguepergi...-quadri-lingue/ a me ha fatto scomparire ogni dubbio per quanto riguarda l'aggiunta di ulteriori lingue.

Spagna 2007-2009
Francia 2013-2016
0

#113 User is offline   lapins 

  • Senior member
  • PipPipPip
  • Group: Members
  • Posts: 152
  • Joined: 09-April 10
  • Gender:Female

Posted 04 November 2013 - 08:41 AM

Grazie per l'incoraggiamento :)
Non voglio mollare no, a volte e' solo un po' dura :rolleyes:
Dublin (Ireland) 2005 - 2007
Montpellier (France) 2008 - today
0

#114 User is offline   Cinzia 

  • Senior member
  • PipPipPip
  • Group: Socie onorarie
  • Posts: 465
  • Joined: 05-December 08
  • Gender:Female
  • Location:London
  • F/M:Female

Posted 04 November 2013 - 12:13 PM

grazie per aver ripreso questo argomento interessantissimo.
Io vivo a Londra con marito inglese. Tra di noi parliamo inglese ma con Alice, che ha quasi un anno e mezzo, ho sempre parlato solo in italiano. Va all'asilo inglese e viviamo qui ma nonostante tutto a casa 'parla' in italiano. le poche paroline che dice a noi a casa le dice in italiano. Poi pronuncia con accento inglese perfetto i nomi dei suoi compagni di asilo :P Credo che col tempo l'italiano verra' pian piano sempre piu' rimpiazzato dall'inglese pero' vedo che Peppa Pig in inglese o italiano a lei non fa nessuna differenza :D
negli ultimi mesi ho conosciuto tante mamme che sono parte di una coppia 'mista' dove il marito e' anglofono. Ci sono un sacco di playgroup proprio per cercare di far mentenere l'italiano ai bambini che vivono qui, per dare loro piu' possibilita' di usare l'italiano quasi fosse un gioco: amichetti italiani, canzoni,giochi e anche lettura in italiano.
Iniziative bellissime organizzate per le diverse aree geografiche. Io partecipero' ad una di queste vicina a casa mia, vi diro' poi come va.
Vi allego un articolo interessante sui bambini 'trilingui' che vivono qui a Londra , apparso un paio di settimane fa sull'Evening Standard : http://www.standard....er-8901155.html

Ciao
Cinzia
Cinzia
A Londra dal 2002

”Twenty years from now you will be more disappointed by the things that you didn’t do than by the ones you did do. So throw off the bowlines. Sail away from the safe harbor. Catch the trade winds in your sails. Explore. Dream. Discover” Mark Twain.
0

Share this topic:


  • 4 Pages +
  • « First
  • 2
  • 3
  • 4
  • You cannot start a new topic
  • You cannot reply to this topic

1 User(s) are reading this topic
0 members, 1 guests, 0 anonymous users