ExpatClic Forums: E' giusto vivere all'estero e votare alle elezioni italiane? - ExpatClic Forums

Jump to content

Page 1 of 1
  • You cannot start a new topic
  • You cannot reply to this topic

E' giusto vivere all'estero e votare alle elezioni italiane?

#1 User is online   Claudiaexpat 

  • Senior member
  • PipPipPip
  • Group: Administrators
  • Posts: 6,906
  • Joined: 10-March 04
  • Gender:Female
  • F/M:Female

Posted 14 February 2013 - 03:55 PM

Ciao a tutte,
un paio di giorni fa mi sono imbattuta in una discussione su FB che mi ha intrigata, ovvero, se tu sei un italiano che vive all'estero da anni, magari ritorni in Italia giusto per le vacanze estive, è giusto che al momento delle elezioni tu dia il tuo voto per determinare i politici che governeranno il paese?

Gli argomenti di chi era contro alla votazione degli italiani all'estero erano:
- non vivi qui, quindi perchè devi decidere chi ti governa?
- segui la politica del paese da lontano e quindi ti perdi un sacco di dati oggettivamente importanti per la scelta
- non utilizzi le infrastrutture del paese, quindi perchè devi decidere chi le amministra

Par contre, i sostenitori della tesi opposta dicevano:
- pago comunque le tasse in Italia
- seguo la politica del mio paese molto meglio di molti che ci vivono perchè sono sempre in contatto con amici, parenti e leggo quotidianamente i giornali
- l'Italia resta pur sempre il centro dei miei interessi finanziari e di vita

Voi cosa ne pensate?

Io mi ricordo che qualche anno fa, non so più a quali elezioni, ero in Perù, ero rimasta totalmente basita nel veder votare una signora argentina, nata e cresciuta in Argentina, ma da madre italiana, che però era emigrata in Argentina prima che lei nascesse, e che era stata in Italia in vacanza una volta sola in vita sua, andare tutta pimpante a depositare il suo voto in ambasciata :blink: :blink: :blink:

E in fondo in fondo non mi sono sentita di dare completamente torto a chi sosteneva che noi non dovremmo votare, anche se poi, naturalmente, appoggio chi dice che anche se residiamo all'estero, non siamo certo esenti dal pagare tasse e contribuire comunque alla crescita del nostro paese...mah!!!!!

Claudiaexpat
claudiaexpat@expatclic.com

1989-90: Sudan / 1990-91: Angola / 1992-94 : Guinea-Bissau / 1995-97: Congo / 1999/03: Honduras / 2003-2009 Perú / 2010 Gerusalemme
Sostieni Expatclic
Il mio sito web personale
0

#2 User is offline   Giuliettaexpat 

  • Senior member
  • PipPipPip
  • Group: Equipe ExpatClic italiana
  • Posts: 1,912
  • Joined: 19-September 06
  • Gender:Female
  • Location:Los altos CA
  • F/M:Female

Posted 14 February 2013 - 10:53 PM

ma Claudia il discorso e' lungo e complesso, per noi italiani che viviamo all'estero da piu o meno molti anni rimane pur sempre un diritto/dovere quello di votare anche se per il momento e forse anche in future in Italia non ci abitiamo (io poi non ci pago nenache le tasse!!), per chi invece e' gia' alla seconda o terza generazione di residenti all'estero, come sara' il caso per I nostril figli tra un po, come per la signora argentina di cui parli, il discorso e' ben diverso, in questo caso non ha forse piu nessun senso....
Comunque penso che il discorso poi vada ancora oltre e sia legato alle regole di voto non solo italiane ma globali, tutto sommato noi vivamo all'estero da 16 anni e non abbiamo mai potutto votare nei paesi nei quali siamo stati residenti e nei quali abbiamo pagato e paghiamo le tasse (adesso siamo in America , ci paghiamo le tasse ma non possiamo votare, contemporaneamente paghiamo le tasse in Francia, sia sulla nostra casa che sui soldi che guadagnamo con l'affitto di questa, ma anche qui non possiamo decider come questi soldi saranno spesi e da chi....) abbiamo potutto sempre votare in Italia e tutto sommato votiamo per qualcuno che non gestira' ne i nostri soldi ne le nostre vite.... lo facciamo pero' con coscienza e convinti che si possa in questo modo dare una mano in una scelta importante e complessa....
tutto cio' non ha senso anche se capisco che non si possa decidere di dare il voto alle persone solo con la "scusa" che pagano le tasse in un posto.... benche' sia tutto sommato una condizione importante e la voce giusta da sentire....
Giuliettaexpat
Redazione di Expatclic.com
giuliettaexpat@expatclic.com

Francia, Giappone, India, Francia, San Francisco Bay Area California USA
Sostieni Expatclic
Visita il nostro Sportello Espatrio!



Seguite le nostre avventure su http://icerrutiinindia.blogspot.com/
Il mio sito personale: http://www.racontemoiunehistoire.com
0

#3 User is offline   Phaedra 

  • Senior member
  • PipPipPip
  • Group: Members
  • Posts: 44
  • Joined: 18-September 12
  • Gender:Female
  • Interests:Astronomy, Geology, Botany, cooking, writing, embroidery, graphics
  • F/M:Female

Posted 15 February 2013 - 05:22 AM

Io credo che essendo cittadini italiani anche i residenti all'estero abbiano il diritto di votare. Anzi: personalmente non avevo idea dell'esistenza di una Circoscrizione Estero, e quando qualche giorno fa ho votato sono rimasta un po' male nello scoprire che per gli espatriati le cose sono diverse, mi sono sentita "di serie B". Una cosa poi non sono riuscita a capirla: le persone che ho votato risiedono all'estero. In caso di vittoria cosa succede? si trasferiscono a Roma per prendere parte alle decisioni del proprio partito politico o seguono gli eventi " a distanza"?
Mio marito, che è statunitense, quando ha votato in autunno ha ricevuto esattamente le stesse schede che avrebbe avuto se fosse andato al seggio negli USA. Non capisco perchè per noi sia diverso...
La mente è come un paracadute: funziona solo se si apre.

Blog personale: From another point of view
0

#4 User is offline   pinguino 

  • Senior member
  • PipPipPip
  • Group: Socie onorarie
  • Posts: 1,315
  • Joined: 17-January 07
  • Gender:Female
  • Location:zurich
  • F/M:Female

Posted 15 February 2013 - 12:25 PM

in questo periodo ne sento parlare sempre più spesso anche io e mi sono fatta una idea mediata dal paese in cui vivo, la svizzera, nonostante sia geograficamente in europa non lo è dal punto di vista "politico". Per dire in UK ,da quello che mi spiegava mio marito , lui come residente poteva votare per le comunali inglesi dopo tot anni qui non è possibile a meno di non diventare svizzeri.
Proprio questo non capisco quindi degli italiani che vivono in svizzera da più di 20 anni, capisco che tutti abbiano una casa in italia e non vogliano pagare 'sto benedetto imu ma quello che non capisco è perchè non vogliano votare in un paese in cui vivono e alla cui vita sociale partecipano e preferiscano votare per l'italia.
Sono italiana, la mia lingua madre è l'italiano ma io mi sento più europea, politicamente parlando, e vorrei votare in qualunque paese europeo senza distinzione di paese di provenienza dato che se vivo in un paese voglio partecipare alla vita di quel paese anche votando in quel paese, seguo certo la politica italiana ma a parte alcune decisioni che riguardano l'europa non ho più molti altri interessi e se anche ne avessi economici sarebbero sempre come quelli di una persona che ci va in vacanza.
Ecco se proprio dovessi chiedere qualcosa all'italia per gli italiani all'estero è questo, voglio che si facciano promotori di votazioni nel paese estero per persone come noi, residenti all'estero in paese europei. Mi sembra assurdo che abbiamo una moneta unica e non ancora la possibilità di gestire il voto degli stranieri nei paesi di residenza, almeno per le comunali.

Piccola nota: mi vergogno un po' degli italiani eletti all"estero nell'ultima votazione proprio nella circoscrizione europa, non per il partito in sè ma per i loro comportamenti, primo su tutti un certo Razzi eletto qui in svizzera, mi chiedo anche perchè solo l'italia abbia così tanti rappresentanti da votazione estera, manco la francia ne ha così tanti, soprattutto pagati molto bene. Se cercate un po' su google trovate anche gli articoli dei rimborsi viaggi chiesti da questi parlamentari per andare a votare durante l'ultima legislatura, con tutti quei soldi sarebbero potuti andare avanti e indietro dall'australia non so quante volte. Mi sembra un insulto per gli italiani che riescono a vedere le loro famiglie in italia solo una volta ogni tot anni.

Insomma si è capito che non sono proprio una fan del voto all'estero ;-)

This post has been edited by pinguino: 15 February 2013 - 03:50 PM

Annalia
Svizzera (Zurigo)- 2006-?

Blog personale: http://tramuccheecio...
Svizzera tedesca: http://incontritaliani.wordpress.com, http://incontritaliani.forumfree.it
0

#5 User is offline   Sere 

  • Senior member
  • PipPipPip
  • Group: Members
  • Posts: 53
  • Joined: 08-April 12
  • Gender:Male
  • F/M:Female

Posted 16 February 2013 - 12:55 AM

E' vero Phaedra anch'io ci sono rimasta male quando ho ricevuto le schede per votare e ho notato la differenza per noi espatriati! :blink:
Sono comunque daccordo con Giulietta, la questione e' complessa e piena di sfumature, magari si potesse risolvere tutto a "io voto dove vivo e dove pago le tasse", e poi il voto e le tasse mica sembrano essere tanto legati!
Pagare le tasse e' un dovere e si deve fare in ogni paese in cui si vive e anche dove non si vive ma si genera reddito in qualsiasi modo ma per noi italiani il voto sembra piu' legato all'appartenenza al paese che si trasmette per via sanguigna (tipo virus!)e non sembra avere molto a che fare con il fatto di viverci e lavorarci ecc.. basta pensare a tutti coloro che vivono in italia da anni e ci sono nati ma non possono ancora avere la cittadinanza, assurdo no?!!
0

#6 User is offline   Camilla 

  • Senior member
  • PipPipPip
  • Group: Members
  • Posts: 411
  • Joined: 22-July 10
  • Gender:Female
  • F/M:Female

Posted 19 February 2013 - 10:17 AM

Anch'io il diritto di voto lo lego ad un concetto di cittadinanza e non di tasse. Io per esempio che le tasse non le pago proprio, in nessun paese, non dovrei aver diritto di votare in nessun paese? Non regge. Quanto al diritto di cittadinanza italiano, per cui e' piu' facile che un argentino di quinta generazione abbia la cittadinanza piuttosto che un macedone che vive in Italia da trent'anni e che rende possibili scene come quelle descritte da Claudia, credo sia un problema piu' ampio, non legato al diritto al voto ma al concetto stesso di cittadinanza (in Olanda un cittadino olandese puo' perdere la cittadinanza dopo dieci anni di residenza all'estero, e quindi pure il diritto di voto, che e' l'altro estremo del problema).

Quanto alla circoscrizione Europa, Asia, o Nord America, e' vero che spesso ci piazzano i candidati piu' farlocchi, ma non vedo una gran differenza con chi vota in Italia, dove le circoscrizioni ci sono pure, a livello regionale o sub-regionale. Non capisco il sentirsi di serie B. Perche'? Perche' non hanno raggiunto il quorum partitini tipo Club Amici di Topolino? Io sinceramente mi son sentita sollevata di avere sulla mia scheda solo sette otto partiti e non 45 inutili partitini. E poi certo che gli eletti vanno a lavorare a Roma. Non ho capito: se uno residente a Caltanissetta si trasferisce a Roma se eletto, perche' uno residente a Parigi non lo deve fare?

This post has been edited by Camilla: 19 February 2013 - 10:18 AM

0

#7 User is offline   _elli_ 

  • Senior member
  • PipPipPip
  • Group: Members
  • Posts: 172
  • Joined: 22-March 11
  • Gender:Female
  • F/M:Female

Posted 22 February 2013 - 03:05 PM

Cara Claudia, argomento lungo, difficile e impegnativo :P

Anche io in questi ultimi tempi ne ho parlato con il mio compagno di questa cosa.

"è giusto che al momento delle elezioni tu dia il tuo voto per determinare i politici che governeranno il paese?"

Bene la mia idea su ciò è questa: è vero non vivo in Italia ma me ne sono andata perché non mi piaceva la situazione, più che politica (nella quale non voglio entrare), sociale e soprattuto non vedevo un futuro per me e per (all'epoca) mio figlio.
Ora che sono fuori seguo in parte la politica italiana ed estera anche se in questo momento mi è più a cuore quella italiana (non posso votare qui in Germania) e avendo il diritto/dovere di farlo per l'italia almeno mi informo e vi dirò che visto da fuori il sistema a volte si capisce meglio,si vede con maggior chiarezza oppure si possono fare delle osservazioni differenti rispetto a quelle che si possono fare mentre vivi in un paese con una certa situazione. E' vero non si utilizzano le infrastrutture del paese ogni giorno ma le infrastrutture estere italiane sono un pezzo di italia all'estero, o no!?!?!? Esempio i consolati ....
Io non pago le tasse in quanto non lavoro, sono a casa con i bimbi, ma il fatto che l'italia mi dia la possibilità di dare un miglior futuro alle persone che vivono ancora li, bhe, mi fa piacere ... anche noi possiamo esser partecipi di un miglior futuro per tutti, portare nuove idee votando chi meglio ci rappresenta e chissà magari in un futuro contribuire alla formazione di un' Europa davvero unita con un voto alle europee e non più alle nazionali .. se non iniziamo noi che siamo emigrati chi lo fa???
Forse sono troppo idealista, giovane ed ignorante in materia ma credo che la nostra posizione possa portare solo benefici.
_elli_
Italia: 9.713 giorni - Germania: 915 giorni - Francia: 695 giorni - Uk: 232 giorni - Spagna: in progress
0

#8 User is offline   Gogo 

  • Senior member
  • PipPipPip
  • Group: Members
  • Posts: 267
  • Joined: 05-April 11
  • Gender:Female
  • F/M:Female

Posted 24 February 2013 - 12:40 PM

è un argomento difficile, ma una volta mi è capitato l'esatto contrario: ero a Leeds e potevo votare per il sindaco. Non l'ho fatto perchè non mi sembrava giusto votare e poi dopo un anno andarmene via... quindi penso che una volta trasferita all'estero non voterò più per l'italia..
1988- Crema, Italy
2009 - Tokyo, Japan
2010 - Bergamo, Italy
2011 - London, UK
2011 - Leeds, UK.
2012 - Milan, Italy
2013 - London, UK
2014 - Lisbon, Portugal

0

#9 Guest_Erikaexpat_Invité

  • Group: Invités

Posted 27 February 2013 - 01:27 PM

Io non voto ma mi sento italiana e coinvolta e credo sia giusto votare proprio per questo.
Ecco perchè oggi sono depressa :angry:
0

Share this topic:


Page 1 of 1
  • You cannot start a new topic
  • You cannot reply to this topic

1 User(s) are reading this topic
0 members, 1 guests, 0 anonymous users