ExpatClic Forums: L'annuncio dell'Espatrio - ExpatClic Forums

Jump to content

Page 1 of 1
  • You cannot start a new topic
  • You cannot reply to this topic

L'annuncio dell'Espatrio Come e' arrivata l'idea dell'espatrio nella vostra vita...

#1 User is offline   Silviaex 

  • Senior member
  • PipPipPip
  • Group: Members
  • Posts: 2,197
  • Joined: 06-December 06
  • Gender:Female
  • Location:Berlin, Germany
  • F/M:Female

Posted 16 April 2010 - 01:36 PM

Ragazze,

prendo lo spunto dall'ultimo post di Chiara, presto in partenza verso un nuovo paese di accoglienza, per chiedervi: e a voi come e' andata la Prima Volta??
Intendo l'Espatrio, naturalmente!!!! Posted Image Posted Image
E' successo cosi' che pensando ai vari cambi paese mi sono messa a pensare alla prima volta che sono partita in espatrio, cioe' non per seguire corsi universitari o progetti a scadenza conosciuta e limitata, ma per stare fuori senza sapere realmente quando e se sarei tornata.
Per dire, io avevo spesso studiato all'estero, a Madrid, a Parigi, a Damasco.
Poi e' andata cosi che mentre finivo il Master a Napoli il mio bel fidanzatone tedesco mi propose di seguirlo nel nord del Pakistan proponendo perfino un progetto da seguire (e una grande ONG locale da contattare) e ovviamente ho accettato e zac! son partita all'avventura! Posted Image
E cosi' e' iniziata. Siamo stati fuori 3 anni e mezzo e da cosa nacque cosa e insomma... siamo ancora in giro... Posted Image

E a voi? come e' andata?

Raccontateci!!!

Silviaexpat
Redazione di Expatclic.com
silviaexpat@expatclic.com

Personal blog: http://silviadelogu.wordpress.com
1992-93: Siria / 1995-98: Pakistan / 1998-99: India / 1999-00: Germany / 2000-02: Armenia / 2002-05: Pakistan / 2006-2008: Macedonia / 2009: Sudan / 2010: Tanzania / 2011: Berlin, Germany
Sostieni Expatclic
Visita il nostro Sportello Espatrio!
0

#2 User is offline   Giuliettaexpat 

  • Senior member
  • PipPipPip
  • Group: Equipe ExpatClic italiana
  • Posts: 1,912
  • Joined: 19-September 06
  • Gender:Female
  • Location:Los altos CA
  • F/M:Female

Posted 16 April 2010 - 01:49 PM

Bello Silvia!!!
A me com'e' andata? come mi sono condannata a questa vita itinerante? :blink: come mi sono fatta venire la voglia di scoprire e ancora scoprire senza piu' fermarmi?
MA all'inizio devo dire che non ero molto entusista, Paolo era partito a Londra alla fine dei suoi studi ( dopo due anni passati a Parigi era passato in fretta in Italia il tempo di una tesi alla Fiat per rendersi conto che l'estero sicuremante aveva piu' fascino....), io andavo e venivo senza nessun progetto preciso di trasferimento o altro, avevo il mio lavoro agli inizi e grandi sogni da donna in carriera... e poi, beh un'offerta di lavoro a Parigi, quella irrifiutabile per lui o meglio irrifiutabile ad una sola condizione che io lo seguissi....
Ho passato notti orribili a rigirarmi nel letto chiedendomi che fare, da un lato razionalmente mandare a rotoli 8 anni di una bella storia per la paura di partire mi sembrava una follia, dall'altra mi sentivo un verme a metterlo di fronte ad un no e quindi al rientro in Italia....
I miei genitori mi hanno spinta un sacco nella giusta direzione: partire seguirlo...
E cosi e' stato... e adesso 14 anni dopo quella sofferta decisione (lui e' comunque andato a Parigi senza di me all'inizio ma con la mia parola che l'avrei seguito entro l'anno...insomma a luglio 96 ha incominciato a lavorare a Parigi e nella primavera del 97 sono arrivata anch'io... anzi anche noi , io con Federica nella pancia!!!) beh adesso non mi fermerei piu' anzi mi chiedo come ho fatto ad esitare tanto!!!
La prima volta comunque e' la piu' dura, i primi mesi anche per una adattabile e socievole come me sono stati duri duri, ma poi alla fine di colpo mi sono sentita a casa e adesso mi sento a casa ovunque sono e sempre piu' in fretta :blush: :blush:
Giuliettaexpat
Redazione di Expatclic.com
giuliettaexpat@expatclic.com

Francia, Giappone, India, Francia, San Francisco Bay Area California USA
Sostieni Expatclic
Visita il nostro Sportello Espatrio!



Seguite le nostre avventure su http://icerrutiinindia.blogspot.com/
Il mio sito personale: http://www.racontemoiunehistoire.com
0

#3 User is offline   selena 

  • Senior member
  • PipPipPip
  • Group: Members
  • Posts: 539
  • Joined: 01-January 08
  • Gender:Female
  • Location:Nerja, Spain
  • Interests:fotografia, cucina, viaggi, libri, letteratura sudamericana e giapponese, lingue
  • F/M:Female

Posted 16 April 2010 - 07:42 PM

eccomi dopo lunga assenza dovuta alla mancanza di internet in casa!!

allora, devo prima sottolineare che in questo tema dell'espatrio io sono a parte, non devo seguire nessuno, né ho un lavoro che mi fa viaggiare. io mi son sempre creata l'espatrio fin dai 20 anni come ragazza au-pair, e poi con varie esperienze. la cosa veniva da me, la gran voglia di viaggiare, di vivere altre realtá.
cosí che quando nel 2004 ho scelto l'esperienza di 7 mesi in spagna, avevo giá poi programmato altre esperienze in altri paesi. mica pensavo di fermarmi qui, in spagna, un posto che sinceramente non amavo...
ho dovuto rinunciare a forse una carriera, a tante mete e ad una vita di valige per un'amore pazzo e con varie complicazioni, con alti e bassi e anche spostamenti, questi ultimi sempre spinti da me, ma solo in territorio iberico.

la prima vera esperienza d'espatrio, quando ho lasciato l'agenzia d'animazione italiana per cui lavoravo, ed ho dovuto cercare e condividere casa con sconosciuti, capire un sistema lavorativo differente, farmi capire in una lingua che non controllavo, costruire una relazione con una persona con cui quasi non mi capivo...non é stato semplice, spesso ho pensato di rinunciare, ma son andata avanti, vuoi testardaggine, vuoi l'amore che acceca...
l'esperienza in inghilterra non era stata allegra, anzi, mi aveva segnato e pensavo che anche dalla spagna sarei scappata appena possibile.
ma poi il destino apre strade che non s'immaginano, ed ora dopo ben 6 anni mi ritrovo ancora in spagna e con un pargoletto in arrivo.

lo rifarei? assolutamente!! eppure assicuro che nessuno mi appoggiava: i genitori speravano in un mio ritorno, ancora adesso ci sperano, gli amici mi prospettavano problemi sentimentali ed economici, ed io non mollavo.

l'unica cosa ho il rimpianto per non aver provato altri paesi, ed ora che dico al mio compagno "sai, avrei voluto vivere qui e la, anzi, lo stavo per organizzare ma la sorpresina me l'ha impedito" lui mi risponde che non sarebbe stata una cattiva idea...ora!!! :D
España: 2004-hoy

Visita mi Fotoblog
0

#4 User is offline   chiarapavesi 

  • Senior member
  • PipPipPip
  • Group: Socie onorarie
  • Posts: 236
  • Joined: 01-May 09
  • Gender:Female
  • Location:Inverurie (Aberdeenshire) UK
  • Interests:famiglia, bambini, amici per il mondo, fotografia,cucina, libri...
  • F/M:Female

Posted 16 April 2010 - 08:50 PM

he bello leggere le storie di tutte voi...

Per me la "prima volta" non e' stato molto tempo fa era marzo 2007.
Mio marito e' sempre stato un giramondo, io... assolutamente no!!! :blink:
quando ha accettato il lavoro nell'azienda in cui ancora e', gli avevano detto che sarebbero passati almeno 3 anni prima di uscire da MIlano, in realta' sono passati 3 mesi scarsi!
Io ero in attesa di Sara e l'ho lasciato andare. La prima volta per un mese poi quando la piccola aveva 5 giorni un altro mese....
Dopo iqualche mese a Milano e' stato lui all'estero, in Nigeria su cantieri e faceva un mese la' e uno a casa con noi.
Era il periodo in cui ci sono stati attacchi agli uffici ENI, rapimenti di italiani e disordini...
Aveva un contratto per due anni ma io stavo troppo male a pensarlo la'... :( un periodo davvero difficile.
E' arrivata la proposta di partire insieme: Sara aveva quasi due anni, io potevo avere un aspettativa illimitata dal mio lavoro (per ricongiungimento familiare, ancora oggi ho il mio lavoro in Italia!) e quindi sarebbe stata un'avventura di al massimo due anni...

Bhe come ho detto in un altro post... inizia a piacermi questa vita! e sono in vista del mio terzo espatrio!
Nessuno avrebbe mai detto che ci sarei riuscita... nemmeno mia mamma!!! :rolleyes:
Ma non sapete quanto sono orgogliosa di avercela fatta e di aver realizzato cio' che sono oggi come persona e come famiglia!! :wub:

New Delhi, India 2007 -2009
Fort Worth, TX, USA 2009 -2010
Stavanger, Norway 2010- 2012

Aberdeenshire, Scozia, UK 2012 ....


0

#5 User is offline   Aleexpat 

  • Senior member
  • PipPipPip
  • Group: Members
  • Posts: 1,168
  • Joined: 01-April 06
  • Gender:Female
  • Location:Perth - WA
  • F/M:Female

Posted 18 April 2010 - 04:02 AM

Simpatico questo topic..."la tua prima volta in espatrio ... :blush: " ...

Uhm, anche io devo tornare indietro nel tempo, forse piu' di dieci anni fa, quando quasi fresca di laurea, con il bel bollino della bocconiana in carriera stampato sulla fronte e qualche anno di lavoro alle spalle, iniziai questo nuovo ruolo in una società olandese a Milano e trascorrevo una settima al mese ad Amsterdam. Un semi-espatrio che pero' mi aveva già portato a pensare che Milano incominciava a starmi un po' stretta. Poi il mio fidanzato, che avevo rincorso per anni tra Montevideo e Buenos Aires, aveva giusto trovato lavoro a Rotterdam.....Beh, era il caso di chiedere da parte mia almeno il trasferimento definitivo ad Amsterdam.
Ma...la vita è piena di sorprese ed incidenti di percorso: il mio si chiama Leonardo, ora ha 8 anni! Insomma mi sono ritrovata incinta, quando tutti stavano investendo su di me, la società, mia mamma...Senza rimorso e con tanta voglia di avventura, ho (forse?) deluso tutti, fatto la valigia e partita per Schiedam, io, razionale e organizzatrice, senza neanche sapere se sarei tornata...ma con una certezza, quella che stava crescendo nella mia panza e la voglia di condividere tutto questo con chi è poi diventato mio marito.
Storia romantica a lieto fine? Mi sa che sono in buona compagnia... :)
Aleexpat
Redazione di Expatclic.com
aleexpat@expatclic.com
2001-2004: Olanda/ 2005-2006: Emirati Arabi/ 2007-...: Western Australia
0

#6 User is offline   Cricchellina 

  • Senior member
  • PipPipPip
  • Group: Socie onorarie
  • Posts: 963
  • Joined: 17-September 08
  • Gender:Female
  • Location:Leatherhead, Surrey
  • Interests:Camminare, Saxophone, leggere
  • F/M:Female

Posted 18 April 2010 - 08:25 AM

Che bel topic!
Il mio primo espatrio? Tutta "colpa" dei miei genitori: Mio padre era stato trasferito a Madrid nel 1991 e la decisione, presa tutti insieme, è stata: partiamo tutti o i più grandi (mio fratello ed io, all'epoca 16 e 18 anni) vanno a finire il liceo dalla nonna? Siamo partiti tutti, tutta la banda! padre, madre, 4 figli, il cane e le piante (con relativo certificato fitosanitario richiesto dalla Spagna :P ) Dopo 10 anni di vita a Madrid riecco un altro bivio: restare in famiglia o seguire l'amore in Italia che per me era "espatrio"... ho seguito il cuore :wub:
E ora di nuovo a zonzo per l'Europa (per adesso!)
I sogni si realizzano; senza questa possibilità, la natura non c'inciterebbe a farne. - J. Updike

Spagna 1991- 2001
Inghilterra 2008-2010
7 mesi a Singapore fino maggio 2011... poi di nuovo in UK
0

#7 User is offline   Laura71 

  • Senior member
  • PipPipPip
  • Group: Members
  • Posts: 45
  • Joined: 02-March 10
  • Gender:Female
  • Location:Lyon
  • F/M:Female

Posted 18 April 2010 - 09:49 AM

Che dire del mio espatrio?
La prima volta fuori casa e' stata in Galles in seguito al progetto Erasmus; 6 mesi di pura felicita'. Avevo 23 anni e tanta voglia di conoscere il mondo.
Il vero espatrio e' iniziato nell'ormai lontano 1997, direzione Strasburgo x seguire un lavoro.Avevo lasciato un fidanzato a Milano che ben presto si e' dissipato seguendo un'altra (gran brutto colpo al momento, ma si sa, la lontananza!).
All'inizio mi ero detta: ma si, due anni e poi torno a casa che all'epoca x me era Italia. Gli anni sono passati e piano piano mi sono resa conto che casa era dove stavo bene, non x forza Italia e sicuramente non Voghera, mia citta natale che mi stava ormai tanto, troppo stretta.
E' vero che i francesi sono strani, ma io mi sono abituata e trovo abbiano molte qualita'. Come ho gia" detto, lasciare Strasburgo mi e' pesato, ma e' stato x una buona causa e cioe' avvicinarmi al mio futuro marito, costruire una famiglia, avere dei figli insomma ne e' valsa la pena.
Insomma un' esperienza di espatrio positiva; non mi sono mai pentita di essere partita e francamente non penso di tornare in Italia tanto presto.
0

#8 User is offline   Claudiaexpat 

  • Senior member
  • PipPipPip
  • Group: Administrators
  • Posts: 6,906
  • Joined: 10-March 04
  • Gender:Female
  • F/M:Female

Posted 19 April 2010 - 08:14 PM

Eccomi all'appello :sorcerer: :sorcerer:

Io mi ricordo perfettamente il giorno in cui l'espatrio ha preso forma reale nella mia vita. Già da un paio d'anni la cosa era nell'aria, nel senso che con mio marito (allora fidanzato :rolleyes:) se ne parlava perchè lui faceva già missioni umanitarie in Africa. Ma avevamo passato due anni tra una visita, un aeroporto, periodi italiani alternati a periodi londinesi (sia io che lui avevamo vissuto a Londra, ovviamente in momenti separati, un tempismo perfetto :lol: :lol:). Da qualche mese lui era stabile a Milano, con me, ma parlava sempre di ripartire e io temevo il momento perchè non riuscivo a decidermi... avevo cominciato da poco a lavorare seriamente, e ci stavo prendendo gusto.

Da una settimana circa gli erano arrivate alcune proposte, ma ancora nessuna si concretizzava. Si parlava più insistentemente del Sudan. In quel periodo io lavoravo tutti i pomeriggi in uno studio di pr come traduttrice (pagata benissimo :w00t: :w00t:, mi vien male se ci penso!!!). Beh, quel giorno lui è venuto a prendermi sotto all'ufficio e aveva una rosa in mano :whistling: Ovviamente ho capito subito. Partiva per il Sudan e mi chiedeva di andare con lui. Potrà sembrarvi romantico ma io al momento mi sono infuriata :w00t: :w00t:, perchè sapevo che sarebbe partito anche senza di me :original:

Comunque ho fatto rapidamente due conti e ho deciso di seguirlo. Ed eccomi qui a Gerusalemme, vent'anni dopo, con due splendidi figli e uno splendido matrimonio che nonostante tutto restiste genteeeeeee :w00t: :w00t: :w00t:

Claudiaexpat
claudiaexpat@expatclic.com

1989-90: Sudan / 1990-91: Angola / 1992-94 : Guinea-Bissau / 1995-97: Congo / 1999/03: Honduras / 2003-2009 Perú / 2010 Gerusalemme
Sostieni Expatclic
Il mio sito web personale
0

#9 User is offline   Elisaexpat 

  • Senior member
  • PipPipPip
  • Group: Anglophone section
  • Posts: 334
  • Joined: 17-September 09
  • Gender:Female
  • Location:Perth
  • F/M:Female

Posted 20 April 2010 - 02:31 AM

Me la ricordo benissimo la telefonata di mio marito che, dal suo ufficio di Milano, mi diceva che gli era stato proposto un contratto in Scozia... :crying:
Avevamo un bambino di pochi mesi e non pensavo che ci potessero proporre un estero da un momento all'altro e con partenza a breve. Anche se, me lo aveva sempre detto che saremmo partiti per un estero prima o poi... si' ma io pensavo POI.
All'inizio e' stato un colpo... lo ammetto. Io gli ho chiesto di temporeggiare ma quando e' tornato a casa la sera, aveva gia' accettato il contratto :( D'altronde avevo sempre detto che l'avrei seguito in un estero o no??? :blush:
E devo dirvi che ha fatto bene, perche' io li' per li' ero presa da mille paure...il bambino e' piccolo, ci saranno dottori, pappe, e quant'altro??? :o Non avro' l'aiuto di nessuno... :o
Insomma non ero piu' io, l'amante dei viaggi si era tramutata in una fifona terribile, si' perche' un conto e' spostarsi da soli e un altro avere un bimbo piccolissimo, per di piu' il primo!
Mio marito e' partito e da li' a due mesi mi sono ritrovata da sola ad impacchettare le poche cose che avevamo per lasciare la casa in affitto e raggiungerlo... e finalmente a marzo 97 eravamo di nuovo tutti e tre insieme. :wub: :wub: :wub:
Anch'io come Giulietta mi chiedo perche' ci abbia messo tanto a raggiungerlo... siamo stati lontani piu' di due mesi e ora mi sembrano un'eternita'.
I due anni di contratto ad Aberdeen sono diventati piu' di tre, la famiglia si e' allargata e nonostante le mille paure iniziali si e' rivelata un'esperienza fantastica, e se mi guardo indietro rido di me stessa :lol:
Ora dopo 14 anni e vari esteri alle spalle devo dire che probabilmente non saremmo la stessa famiglia se non avessimo vissuto in questo modo e ne sono orgogliosa e felice... Mi mamma non avrebbe mai pensato che ce l'avrei fatta ed invece eccomi qui, tre esteri e cinque figli. ;)
Pero' ammetto che il primo espatrio e' stato il piu' duro. La lingua era difficile da capire, per un mese non ho voluto guidare la macchina perche' avevo paura, mi sentivo sola ( e caspita mio marito lavorava come un matto e non era mai a casa).
Poi un po' alla volta ho messo di sentirmi in prestito, mi sono resa piu' autonoma, ho conosciuto persone nuove, ecc.. Col tempo sono nate delle belle amicizie ed ho iniziato a sentirmi a casa. :sorcerer:
Elisa

"Una volta che il mondo ti si e' aperto
e' difficile richiuderlo"


Scozia 1997/2000 - Olanda 2003/2006 - Western Australia 2006/today
0

#10 User is offline   kiaradiloona 

  • Senior member
  • PipPipPip
  • Group: Members
  • Posts: 50
  • Joined: 22-February 10
  • Gender:Female

Posted 20 April 2010 - 10:47 AM

Ciao a tutte,
non ho capito se sono io la Chiara ad aver "ispirato" a Silvia il topic, ma tant'è... :rolleyes:

Come alcune di voi già sanno, io e la mia famiglia (marito, bimba di 2 anni e 2 gatti) partiremo per Montréal i primi di Ottobre. Sarà il primo espatrio e i dubbi e le incertezze fanno parte del mio quotidiano da quando 2 mesi fa abbiamo ricevuto i visti. Dubbi, dicevo, ma anche tanto entusiasmo per questa splendida avventura che ci attende.
La nostra storia è un pò diversa dalle vostre nel senso che noi abbiamo "scelto" di espatriare, infatti molliamo lavoro e casa, per l'ignoto... laggiù non abbiamo lavoro, stiamo cercando casa, insomma un pò all'avventura :blink: :blink: Se le cose non dovessero andare come ci immaginiamo, torneremo indietro, ma non torneremo a Milano che odiamo entrambi (nonostante affetti e amicizie siano radicati qui)... bah... chissà :unsure:
Ciò che mi accomuna alle vostre esperienze è che l'idea dell'espatrio non è stata mia, ma di mio marito, ma col tempo l'ho sposata e fatta mia!

Pensiamo che il Canada sia un bel posto per far crescere la nostra bimba (un pò freddo magari :blush: :blush: :blush: ). Sicuramente non sarà tutto rose e fiori, ma sono davvero molto propositiva e mi "sento" che sarà comunque una bella esperienza.

Un abbraccio

Chiara
0

#11 User is offline   CRISRAV 

  • Senior member
  • PipPipPip
  • Group: Socie onorarie
  • Posts: 773
  • Joined: 20-May 08
  • Gender:Female
  • Location:Milano ex Cape Town
  • F/M:Female

Posted 20 April 2010 - 05:49 PM

Chiara ti faccio tanti auguri. Montreal è bellissima, ci si vive benissimo, peccato che parlino un francese non splendido. Se poi però il freddo diventa troppo, venite a Cape Town. Il clima è stupendo, l'aria pulita, la vita molto economica, la città bellissima, la gente molto aperta e cordiale, basta così? e..... non ascoltare chi dice che è pericolosa, non è vero, è meglio di Milano....
Come molte già sanno, il mio trasferimento a Cape Town è stata una pura scelta di vita diversa, nuova e anche avventurosa.
Arrivata alla pensione, l'idea continuare a vivere a Milano per una genovese era un'ipotesi già scartata da tempo. L'occasione è arrivata quando una mia amica ha voluto visitare Cape Town ed è stato amore a prima vista. Nel giro di 10 giorni abbiamo scelto la casa e lei l'ha comprata a patto che mi trasferissi con lei. La decisione è stata immediata e nel giro di 2 anni, appena ho potuto richiedere la pensione ci siamo imbarcate in questa splendida avventura. Trasferimento il primo gennaio 2010 e dopo i primi 3 mesi e mezzo sono ancora più convinta di aver fatto la scelta giusta.

This post has been edited by CRISRAV: 20 April 2010 - 05:58 PM

Cristina

Posted Image
vuvuzelasmiley
0

#12 User is offline   kiaradiloona 

  • Senior member
  • PipPipPip
  • Group: Members
  • Posts: 50
  • Joined: 22-February 10
  • Gender:Female

Posted 20 April 2010 - 07:16 PM

View PostCRISRAV, on 20 April 2010 - 05:49 PM, said:

Chiara ti faccio tanti auguri. Montreal è bellissima, ci si vive benissimo, peccato che parlino un francese non splendido. Se poi però il freddo diventa troppo, venite a Cape Town. Il clima è stupendo, l'aria pulita, la vita molto economica, la città bellissima, la gente molto aperta e cordiale, basta così? e..... non ascoltare chi dice che è pericolosa, non è vero, è meglio di Milano....
Come molte già sanno, il mio trasferimento a Cape Town è stata una pura scelta di vita diversa, nuova e anche avventurosa.
Arrivata alla pensione, l'idea continuare a vivere a Milano per una genovese era un'ipotesi già scartata da tempo. L'occasione è arrivata quando una mia amica ha voluto visitare Cape Town ed è stato amore a prima vista. Nel giro di 10 giorni abbiamo scelto la casa e lei l'ha comprata a patto che mi trasferissi con lei. La decisione è stata immediata e nel giro di 2 anni, appena ho potuto richiedere la pensione ci siamo imbarcate in questa splendida avventura. Trasferimento il primo gennaio 2010 e dopo i primi 3 mesi e mezzo sono ancora più convinta di aver fatto la scelta giusta.



Cavoli Cristina,
sono io che faccio gli auguri a te (voi)... alla fin fine sei nuova all'espatrio pure tu, no????
Cape Town mi affascina parecchio, sarà l'oceano, sarà l'Africa

Se a Montrèal non va, prenderò in considerazione anche il Sud Africa.... grazie del consiglio
0

#13 User is offline   Giuliettaexpat 

  • Senior member
  • PipPipPip
  • Group: Equipe ExpatClic italiana
  • Posts: 1,912
  • Joined: 19-September 06
  • Gender:Female
  • Location:Los altos CA
  • F/M:Female

Posted 21 April 2010 - 06:58 PM

che bello leggervi, alla fin fine direi che il filo conduttore dell'espatrio e' sempre lo stesso, l'amore e la voglia di avventura!!
La penso come te Elisa, anch'io mi dico che non saremmo le stesse persone e la stessa famiglia se non avessimo fatto queste scelte e le avessimo fatte insieme! :rolleyes:
Giuliettaexpat
Redazione di Expatclic.com
giuliettaexpat@expatclic.com

Francia, Giappone, India, Francia, San Francisco Bay Area California USA
Sostieni Expatclic
Visita il nostro Sportello Espatrio!



Seguite le nostre avventure su http://icerrutiinindia.blogspot.com/
Il mio sito personale: http://www.racontemoiunehistoire.com
0

#14 User is offline   Elenaex 

  • Senior member
  • PipPipPip
  • Group: Members
  • Posts: 305
  • Joined: 14-March 10
  • Gender:Female
  • Location:Melbourne
  • F/M:Female

Posted 22 April 2010 - 11:23 AM

Bellissimo davvero leggervi!!!
Sottoscrivo anch'io il commento di Giulietta, in particolare sottolineo l'importanza di avere scelto e deciso insieme. Per noi sarebbe stato davvero difficile se non avessimo condiviso insieme la scelta di partire: ciascuno per la sua parte si sforza di dare il meglio di se'!
Ed ora tocca a me.

Noi siamo partiti un po' per scherzo. Mio marito aveva ricevuto una proposta da una ditta concorrente e invece di accettare subito, ha detto alla sua compagnia che sarebbe restato solo se avesse potuto fare un'esperienza di un anno all'estero. Hanno accettato. In sei mesi, abbiamo chiuso la nostra casa, impacchettato valigie e figli, e siamo partiti alla volta di Boston. Come per una lunga vacanza. Durata dello scambio: 12 mesi.
Io l'ho seguito proprio volentieri.
Era da un po' che pensavamo a questa possibilita' ed io ero un po' stanca di alcuni aspetti burocratici del mio lavoro...cosi', appena si e' presentata l'occasione, non ce la siamo lasciata sfuggire.
Poi ci abbiamo preso gusto e al momento di ritornare (anche per una serie di problemi di ri-collocazione), abbiamo deciso di fare il salto e di restare.

Sono felicissima della scelta fatta che poi ci ha portati dall'atra parte del mondo. Ma questa e' un'altra storia...
Elenaexpat
Redazione di Expatclic.com
elenaexpat@expatclic.com
Italia - 12,815 giorni; Boston, MA - 1,226 giorni; Melbourne, VIC - 781 giorni

Sostieni Expatclic
Visita il nostro sportello Espatrio!
0

#15 Guest_Paolo_Invité

  • Group: Invités

Posted 27 October 2010 - 09:40 PM

View Postkiaradiloona, on 20 April 2010 - 10:47 AM, said:

Ciao a tutte,
non ho capito se sono io la Chiara ad aver "ispirato" a Silvia il topic, ma tant'è... :rolleyes:

Come alcune di voi già sanno, io e la mia famiglia (marito, bimba di 2 anni e 2 gatti) partiremo per Montréal i primi di Ottobre. Sarà il primo espatrio e i dubbi e le incertezze fanno parte del mio quotidiano da quando 2 mesi fa abbiamo ricevuto i visti. Dubbi, dicevo, ma anche tanto entusiasmo per questa splendida avventura che ci attende.
La nostra storia è un pò diversa dalle vostre nel senso che noi abbiamo "scelto" di espatriare, infatti molliamo lavoro e casa, per l'ignoto... laggiù non abbiamo lavoro, stiamo cercando casa, insomma un pò all'avventura :blink: :blink: Se le cose non dovessero andare come ci immaginiamo, torneremo indietro, ma non torneremo a Milano che odiamo entrambi (nonostante affetti e amicizie siano radicati qui)... bah... chissà :unsure:
Ciò che mi accomuna alle vostre esperienze è che l'idea dell'espatrio non è stata mia, ma di mio marito, ma col tempo l'ho sposata e fatta mia!

Pensiamo che il Canada sia un bel posto per far crescere la nostra bimba (un pò freddo magari :blush: :blush: :blush: ). Sicuramente non sarà tutto rose e fiori, ma sono davvero molto propositiva e mi "sento" che sarà comunque una bella esperienza.

Un abbraccio

Chiara



Ciao Chiara, credo che ormai al 28 Ottobre voi siate ormai partiti e giunti quindi a Montreal. Fino allo scorso anno il Canada, soprattutto Montreal e Toronto, ma anche Ottawa rientrava nelle mie scelte, ma ho conosciuto l'Australia e devo dire che insomma che non è facile scegliere. Noi 4 ci siamo rivolti ad una agenzia, la Active Migration, abbiamo sostenuto un primo incontro con carte alla mano e potremmo essere tranquillamente a posto. Voi come avete fatto ad ottenere un visto per Montreal? So che non è facile, soprattutto con la giurisdizione francese. Io devo aspettare fine Novembre per decidere se demandare tutto in mano ad una agenzia di migrazione. Fateci sapere, as soon as possible, of course! Ciao! Paolo e Silvia
0

#16 Guest_Paolo_Invité

  • Group: Invités

Posted 27 October 2010 - 09:41 PM

View Postkiaradiloona, on 20 April 2010 - 10:47 AM, said:

Ciao a tutte,
non ho capito se sono io la Chiara ad aver "ispirato" a Silvia il topic, ma tant'è... :rolleyes:

Come alcune di voi già sanno, io e la mia famiglia (marito, bimba di 2 anni e 2 gatti) partiremo per Montréal i primi di Ottobre. Sarà il primo espatrio e i dubbi e le incertezze fanno parte del mio quotidiano da quando 2 mesi fa abbiamo ricevuto i visti. Dubbi, dicevo, ma anche tanto entusiasmo per questa splendida avventura che ci attende.
La nostra storia è un pò diversa dalle vostre nel senso che noi abbiamo "scelto" di espatriare, infatti molliamo lavoro e casa, per l'ignoto... laggiù non abbiamo lavoro, stiamo cercando casa, insomma un pò all'avventura :blink: :blink: Se le cose non dovessero andare come ci immaginiamo, torneremo indietro, ma non torneremo a Milano che odiamo entrambi (nonostante affetti e amicizie siano radicati qui)... bah... chissà :unsure:
Ciò che mi accomuna alle vostre esperienze è che l'idea dell'espatrio non è stata mia, ma di mio marito, ma col tempo l'ho sposata e fatta mia!

Pensiamo che il Canada sia un bel posto per far crescere la nostra bimba (un pò freddo magari :blush: :blush: :blush: ). Sicuramente non sarà tutto rose e fiori, ma sono davvero molto propositiva e mi "sento" che sarà comunque una bella esperienza.

Un abbraccio

Chiara



Ciao Chiara, credo che ormai al 28 Ottobre voi siate ormai partiti e giunti quindi a Montreal.
Fino allo scorso anno il Canada, soprattutto Montreal e Toronto, ma anche Ottawa rientrava nelle mie scelte, ma ho conosciuto l'Australia e devo dire che insomma che non è facile scegliere.
Noi 4 ci siamo rivolti ad una agenzia, la Active Migration, abbiamo sostenuto un primo incontro con carte alla mano e potremmo essere tranquillamente a posto. Voi come avete fatto ad ottenere un visto per Montreal?
So che non è facile, soprattutto con la giurisdizione francese. Io devo aspettare fine Novembre per decidere se demandare tutto in mano ad una agenzia di migrazione.
Fateci sapere, as soon as possible, of course! Ciao! Paolo e Silvia
0

#17 User is offline   Francy74 

  • Senior member
  • PipPipPip
  • Group: Members
  • Posts: 66
  • Joined: 28-February 08
  • Gender:Female
  • Location:Canada

Posted 28 October 2010 - 02:15 AM

Ciao Paolo,
scusa se mi intrometto. Io sono a Montreal con visto di lavoro (che poi e'mio marito che e'stato sponsorizzato non io eh :D pero'ho un visto di lavoro aperto), ma per anni abbiamo raccolto informazioni sul Canada e non credo proprio che tu abbia bisogno di riferirti ad un''agenzia!
Sul sito governativo ci sono tutte le regole da seguire e si puo'facilmente fare domanda da soli senza dover sprecare dei soldi in agenzie e/o avvocati, non accelerano di certo la procedura. Si fa domanda per la residenza permanente e si aspetta la chiamata dell'ambasciata. Lo so, si aspettano anni ma conosco diverse persone che l'hanno fatto da sole ed ora vivono n Canada.

This post has been edited by Francy74: 28 October 2010 - 02:17 AM

0

#18 User is offline   Francy74 

  • Senior member
  • PipPipPip
  • Group: Members
  • Posts: 66
  • Joined: 28-February 08
  • Gender:Female
  • Location:Canada

Posted 28 October 2010 - 02:23 AM

Tornando invece in tema, il mio primo espatrio e'stato ad inizio del 2006. Volevamo fortemente andare all'estero, eravamo in processo per ottenere la permanent resident card per il Canada ma abbiamo stoppato il tutto quando e'arrivata l'offerta da parte di UK. Nonostante l'averlo voluto cosi' tanto, e'stato facile all'inizio soprattutto per me. Infatti, credevo di conoscere l'inglese per poi capire in loco..che non capivo una parola!e'stata dura ma poi ho passato 4 anni e mezzo bellissimi in UK ed i miei amici mi mancano tanto!
Molto piu;facile per tanti motivi espatriare in Canada (l'inglese lo conosco per forza di cose e l'accento canadese e'uno dei piu'facili da capire-l'avrei capito anche ai tempi del primo espatrio :D -gente cordiale, paese magnifico ecc). Il Canada era il primo amore ed era destino finirci prima o poi :D

This post has been edited by Francy74: 28 October 2010 - 02:24 AM

0

#19 User is offline   Poci 

  • Senior member
  • PipPipPip
  • Group: Members
  • Posts: 476
  • Joined: 13-November 07

Posted 28 October 2010 - 08:17 AM

Nel mio caso l'esperienza dell'Erasmus e' stata quella che mi ha cambiato la vita in tutti i sensi.
Nel 1994 sono partita per Limerick in Irlanda per rimanerci 6 mesi. Posso dire che sono stati mesi indimenticabili e ancora impressi nella mia memoria e nel mio cuore. Durante quel magico periodo avevo gia' deciso, qualunque cosa fosse successa, una volta finiti gli studi e presa la laurea, sarei partita per cercare lavoro all'estero. Il mio guardian angel deve avermi ascoltata perche' quasi alla fine dell'Erasmus (mancavano tre settimane), ho incontrato l'uomo della mia vita, colui che oggi e' mio marito.
Per tutta la durata del mio ritorno in Italia per completare gli studi, ci siamo tenuti in contatto facendo salti mortali e dissanguandoci economicamente per vederci il piu' possibile, all'epoca le compagnie aeree low cost non esistevano.
Presa la laurea, iniziai a malincuore un master per cui ero stata selezionata. Sono stati mesi pesantissimi perche' facevo tutto controvoglia. Il master prevedeva un periodo di prova in azienda, io venni presa da una compagnia famaceutica di Milano. E' stata veramente dura, pur apprezzando il lavoro, odiavo con tutto il cuore Milano (mi scusino le Milanesi, ma proprio non sono riuscita minimamente ad ambientarmi). Incredibilmente l'azienda mi fece un'offerta di lavoro teminato il periodo di praticantato. A quel punto, se avessi accettato avrei messo fine alla mia relazione. Percio' rifiutai e decisi di raggiungere il mio compagno che si trovava sempre a Limerick. L'inizio e' stato duro, soprattutto perche' non avevo piu' scuse e dovevo iniziare ad essere grande e responsabile: una casa, un compagno e un lavoro.
Dopo 12 anni posso dire che ho pagato un prezzo alto soprattutto in termini di lontananza dai miei genitori che si sono ammalati e poi volati via senza la mia presenza. E' pero' una scelta che farei e rifarei senza dubbio.

This post has been edited by Poci: 28 October 2010 - 08:20 AM

Limerick (Ireland) 1998-1999
München (Deutschland) 1999-2000
Belfast (UK) 2000-2007
Caen (France) 2007-2012
Lyon (France) 2012-.........
0

#20 User is offline   Silviaex 

  • Senior member
  • PipPipPip
  • Group: Members
  • Posts: 2,197
  • Joined: 06-December 06
  • Gender:Female
  • Location:Berlin, Germany
  • F/M:Female

Posted 28 October 2010 - 09:48 AM

Grazie Poci, per aver condiviso con noi la tua storia! Posted Image

Dalle nostre testimonianze risulta chiaramente che la scelta di andar via è spessissimo legata all'incontro con la persona con cui vogliamo condividere parte del nostro cammino; sia perchè questa persona è straniera, sia perchè si trova già all'estero.

Non so voi, ma a me piace questa cosa.
In parte perchè è anche la mia storia, quella di una ragazza che incontra in Siria un ragazzo tedesco e insieme decidono di andare da un'altra parte ancora; e in parte anche perchè credo che la vita per la maggior parte di noi si muova sullo stesso filo conduttore, che è quello delle relazioni, affettive, sociali, che ci portano in un modo o nell'altro a fare scelte anche difficili, avventurose, impegnative come appunto quella dell'espatrio (definitivo o anche temporaneo).

E l'andar via, questo spiccare il volo per lidi davvero lontani mi piace moltissimo, come un abbandonare letteralmente il nido per creare poi una nuova e propria famiglia, anche se lontano da tutto e tutti.

Certo, è evidente la nostalgia per i propri cari, amici, familiari; o per i luoghi, le cose, i colori, gli odori.. i sapori! La scelta della lontananza, in espatrio, è sofferta perchè ci allontana e non ci fa essere lì nel momento del bisogno. Questo noi e le nostre famiglie lo sappiamo. Eppure siamo tantissime a ricordare ancora il momento della scelta, ancora ribadita e rivendicata, forse proprio perchè connessa intimamente alla scelta del compagno e della vita in due.

Bello! Posted Image

Silviaexpat
Redazione di Expatclic.com
silviaexpat@expatclic.com

Personal blog: http://silviadelogu.wordpress.com
1992-93: Siria / 1995-98: Pakistan / 1998-99: India / 1999-00: Germany / 2000-02: Armenia / 2002-05: Pakistan / 2006-2008: Macedonia / 2009: Sudan / 2010: Tanzania / 2011: Berlin, Germany
Sostieni Expatclic
Visita il nostro Sportello Espatrio!
0

#21 User is offline   mariav 

  • Senior member
  • PipPipPip
  • Group: Members
  • Posts: 190
  • Joined: 30-June 10
  • Gender:Female
  • Location:London
  • F/M:Female

Posted 29 October 2010 - 03:12 AM

Salve ragazze, vorrei condividere la mia scelta dell'espatrio!

Ero appena laureata in matematica e facevo la programmatrice e lo odiavo!
Il mio ragazzo di allora invece faceva un master in cooperazione allo sviluppo e voleva partire. Io ho capito che l'unico modo per stare con lui era partire con lui, non potevo costringergli una vita in Italia e poi, ero affascinata dal mondo che mi raccontava e cosí dissi ai miei che andavamo in Eritrea. E che bello! Poi peró é successo che la storia é finita e mi ha lasciata tramortita. Sono tornata in Italia e mi sono chiesta che cosa davvero volevo dalla vita e ho capito che quella scelta di vita mi era entrata dentro e volevo mettermi alla prova da sola e cosí, mandai in giro il mio CV e una ONG mi chiese: "saresti disposta ad andare in Afghanistan? A Kandahar?" e io, tramortita com'ero dissi: "perché no?".

E cosí ho iniziato questa vita da sola per i miei motivi personali. In Pakistan ho conosciuto l'uomo che sarebbe diventato mio marito ma decisamente allora non lo sapevo e infatti la storia non é iniziata lí. Credo che stavo ancora metabolizzando la fine della storia precedente. Io sono partita per lo Zambia e dopo 6 mesi lui, imperterrito mi ha raggiunto accettando un lavoro (io ero il suo boss!!! :blush: )...mi ha decisamente rincorsa. Dallo Zambia non ci siamo piú separati e essendo lui Inglese quando si dice "torniamo a casa" spesso si stá in Inghilterra e per me ormai vivere lí non significa quasi piú essere "espatriata" ma vivere in Myanmar cavolo se lo é!!!!

Lo rifarei? Si e cento volte si. A rischio di suonare retorica, grazie a quella storia finita male mi sono rimessa in gioco da sola e ho conosciuto un uomo con cui mi sento alla pari e con cui davvero condividere vita, sogni, progetti. In Myanmar non é facile e a volte mi sento infelice ma se riesco a guardare la mia vita dall'alto...cavolo come sono fortunata! :rolleyes:
0

#22 User is offline   pinguino 

  • Senior member
  • PipPipPip
  • Group: Socie onorarie
  • Posts: 1,315
  • Joined: 17-January 07
  • Gender:Female
  • Location:zurich
  • F/M:Female

Posted 29 October 2010 - 09:42 AM

Il mio primo espatrio, nonche' l'attuale, è iniziato quattro anni fa. In vacanza con ex colleghi in montagna ho conosciuto un ragazzo, uomo forse è meglio, il cui nome era ricorso spesso durante il periodo della mia tesi in azienda. Avevo ripreso il suo lavoro e tutti mi parlavano di questo fiorentino un po' matto che era partito per l'inghilterra solo qualche anno prima. All'inizio mi è rimasto simpatico, chi conosce i toscani sa quanto sono divertenti e pronti alla battuta, abbiamo trascorso una giornata insieme a chiacchierare scendendo da una montagna e poi da cosa nasce cosa siamo rimasti in contatto via mail, ci siamo visti nei w.e. e abbiamo cominciato a pendolare da zurigo a milano e viceversa. Solo che col tempo una decisione doveva essere presa, io non ce la facevo piu'. Per lavoro viaggiavo quindi a volte viaggiavo in settimana e poi nel w.e. ripartivo, ero stanca e demotivata dal lavoro quindi ho preso io la decisione di mollare. Gli stipendi svizzeri non sono neanche paragonabili a quelli italiani, in particolare di una al primo impiego come me percio' era impensabile che mollasse lui, tanto piu' che in italia le esperienze all'estero non sono viste come un qualcosa in piu' e lui non trovava. Il primo impatto è stato duro, ho passato un anno a ripigliarmi dal lavoro e a cercare di capire questo paese, chi ha letto i miei primi topic lo sa. Expat mi è stato di grande aiuto perchè ho capito che non ero io ma che ci vuole un po' di tempo per ambientarsi, io stupidamente pensavo vado, trovo lavoro, inizio e tutto sarà a posto. Non è cosi' e anche dopo che il lavoro l'ho trovato è stata dura e il mio corpo non ha retto, infatti dopo un mese di lavoro ero già a casa malata, nulla di grave, un semplice stress da lingua straniera.. :rolleyes:
Ora se dovessimo migrare ancora, so che accadrà, lui si dice disposto a seguire me dovunque..me lo deve dice :P
Una cosa che ho capito è che il lavoro per me non è piu' al primo posto, anche io come molte di voi avevo una idea di carriera che pero' è rimasta una idea perchè non fa piu' parte di me, lavorare mi piace ma non voglio vivere per lavorare e questo me l'ha spiegato mio marito che ha sempre lavorato ;)
Annalia
Svizzera (Zurigo)- 2006-?

Blog personale: http://tramuccheecio...
Svizzera tedesca: http://incontritaliani.wordpress.com, http://incontritaliani.forumfree.it
0

#23 User is offline   Cinzia 

  • Senior member
  • PipPipPip
  • Group: Socie onorarie
  • Posts: 465
  • Joined: 05-December 08
  • Gender:Female
  • Location:London
  • F/M:Female

Posted 29 October 2010 - 02:46 PM

L'annuncio dell'espatrio me lo sono fatta da sola nel Maggio del 2002 :P
In realta' avevo gia' vissuto all'estero, in California, durante l'universita' e tornare a Milano dopo tanto sulla costa ovest degli stati uniti mi aveva fatto piacere.
Finita l'universita' avevo trovato prima un lavoro che mi faceva viaggiare un sacco in tutta Europa e poi, completamente per caso, ero entrata in una banca americana. La vita milanese sinceramente mi andava un po' stretta: anche se vivevo con una ragazza americana e evevo tanti amcii avevo volgia di provare a vivere in un altro posto per un po'. Per lavoro avevo conosciuto un bel gruppo di ragazzi che vivevano a Londra (miei client tra l'altro ;) ) con cui mi incontravo spesso sia a Milano che a Londra.
A Maggio 2002 ho dato le dimissioni e sono andata a Londra con un biglietto di sola andata. Dopo un paio di mesi ho trovato un lavoro e cosi' e' comiciata la mia avventura da sola. Dopo otto anni e passa sono ancora qui :lol:
Sono stata fortunata a conoscere persone eccezionali, un gruppo di amici con cui ho passato anni incredibilmente intensi e divertentissimi.
Quattro anni fa ho conosciuto quello che sarebbe poi diventato mio marito. Ed e' inglese e per me vivere qui e' piu' casa, sotto certi aspetti , che vivere in Italia.
A distanza di anni e valutando tutto quello che ho fatto in questi anni non posso che essere ancora contentissima e convinta della scelta fatta nel maggio 2002 :)
Cinzia
A Londra dal 2002

”Twenty years from now you will be more disappointed by the things that you didn’t do than by the ones you did do. So throw off the bowlines. Sail away from the safe harbor. Catch the trade winds in your sails. Explore. Dream. Discover” Mark Twain.
0

Share this topic:


Page 1 of 1
  • You cannot start a new topic
  • You cannot reply to this topic

1 User(s) are reading this topic
0 members, 1 guests, 0 anonymous users