ExpatClic Forums: Diversamente espatriate - ExpatClic Forums

Jump to content

Page 1 of 1
  • You cannot start a new topic
  • You cannot reply to this topic

Diversamente espatriate ...le donne che rientrano in Italia...

#1 User is offline   Claudiaexpat 

  • Senior member
  • PipPipPip
  • Group: Administrators
  • Posts: 6,906
  • Joined: 10-March 04
  • Gender:Female
  • F/M:Female

Posted 15 December 2012 - 10:59 AM

Carissime,

sappiamo che forse il momento non è dei più opportuni, col Natale incombente, ma cominciamo a buttarla lì e poi riprenderemo il discorso più avanti, naturalmente...qui ad Expatclic i temi non hanno scadenza :rolleyes: :rolleyes: :rolleyes:

Siamo una grande comunità di espatriate sparse in tutto il mondo, ma tra noi ci sono anche delle "diversamente espatriate" :P :P Ci sono cioè delle donne che dopo aver passato anni viaggiando da un paese all'altro, nutrendosi di diversità, internazionalità, avventure, tornano in Italia, molte per restarci, altre sperando di ripartire prima o poi, e tutte confrontandosi con una realtà che sembra loro non appartenere più. Insomma, si sentono diversamente espatriate.

Stanno vivendo nel loro paese d'origine, ma non ne ritrovano necessariamente i tratti che avevano lasciato, e loro stesse sono cambiate. Faticano a ritrovare ritmi, magari amicizie, motivazione... Hanno disimparato alcune cose, e non si sanno bene dove cercarne altre.

Insomma, di tutte queste cose, di tutti questi temi legati al "rientrare in patria" noi vorremmo parlare, ma non solo: vorremmo proprio dare una mano concretamente, fornendo delle possibilità d'incontro, di riflessione, e di quello che scopriremo di voler fare man mano :rolleyes:

Una nostra Expatclicker, che vive in prima persona il problema, rientrata a Milano dopo anni di espatrio e in particolare sette splendidi anni a Singapore, lancia l'idea di raggrupparsi. Magari non adesso, ma dopo Natale, magari non solo in rete ma in qualche parte dell'Italia...le cose da fare son tante, per il momento vi chiediamo di dirci la vostra, se volete :), ma soprattutto di informare le amiche diversamente espatriate di questa iniziativa - ci farete (e farete a queste donne :rolleyes:) un grande piacere!

Mariella (mari3007 sui forum) vi aspetta per scambiare opinioni e due chiacchiere. Per scriverle entrate nel suo profilo e mandatele un messaggio personale.

E tornate a trovarci perchè più avanti ci saranno tante belle sorprese :sorcerer:

Claudiaexpat
claudiaexpat@expatclic.com

1989-90: Sudan / 1990-91: Angola / 1992-94 : Guinea-Bissau / 1995-97: Congo / 1999/03: Honduras / 2003-2009 Perú / 2010 Gerusalemme
Sostieni Expatclic
Il mio sito web personale
0

#2 User is offline   Sere 

  • Senior member
  • PipPipPip
  • Group: Members
  • Posts: 53
  • Joined: 08-April 12
  • Gender:Male
  • F/M:Female

Posted 15 December 2012 - 11:13 PM

Quello del ritorno e' un tema che volevo proporvi di approfondire perche' se anche io non ho fatto questa esperienza in prima persona (non ancora ma chissa'), so per esperienza indiretta che se partire puo'essere difficile tornare a volte lo e' ancora di piu'.

Ho un amica che e' rientrata in Italia dopo anni passati all'estero e dopo due anni pur con tutto il suo impegno, ancora non si sente a casa. :(
Secondo me il ritorno viene sottovalutato perche' si conosce tutto del posto in cui si torna a vivere e magari si hanno ancora amicizie e cosi tutto sembra in discesa ma in realta'ricrearsi una vita la' da dove si era partite richiede sforzi quasi quanto adattarsi ad una nuova realta'.

Senza contare che quando si parte, seppure con remore e timori,strada facendo ci si puo' sempre sorprendere di quanto un paese nuovo ci possa dare la possibilita' di realizzare dei sogni o di aprirci nuove strade.
Quando si torna ci si portano dietro tutte le esperienze fatte nel corso dell'espatrio e non e' facile rimettersi a vivere una vita piu' rassicurante da un lato ma forse molto meno eccitante dall'altro perche' in fondo chi vive da expat spesso, molto spesso direi e' anche una persona avventurosa, curiosa e motivata a realizzare qualcosa di diverso quindi non penso sia cosi automatico rimettersi dentro una vita piu' "normale". :blink:

Io sono stata felicissima di tornare in Italia in vacanza pochi mesi fa ma se mi avessero detto adesso tu resti qui....be' non credo che sarebbe stato facile dopo tutti gli sforzi fatti per andarmene! Tutte le mie "vecchie" amicizie hanno evoluto la loro vita in maniera diversa dalla mia e quindi credo che cercherei amicizie nuove con cui condividere questo lato expat...quindi bella l'idea di dare una mano anche concretamente a chi fa ritorno! :)
In fondo una volta che si diventa expat lo si e' per sempre nel senso che l'identita' nazionale o culturale o linguistica si fonde e non e' piu' una sola a mio avviso ma tutto un mosaico di sfumature e colori che crea qualcosa di molto personale e diverso per ognuna a seconda delle esperienze vissute fuori dal paese d'origine. :)
0

#3 User is offline   Gogo 

  • Senior member
  • PipPipPip
  • Group: Members
  • Posts: 267
  • Joined: 05-April 11
  • Gender:Female
  • F/M:Female

Posted 16 December 2012 - 08:19 PM

hai ragione, chi è expat lo è per sempre! :)


non so se posso parlare correttamente di me come una diversamente espatriata, sono stata all'estero tra giappone e uk in tutto due anni... ma avevo 22 anni quando sono partita, ora ne ho 24... forse è ancora troppo presto per parlare di un "ritorno" :P

tuttavia, dal basso della mia piccola esperienza, posso dire che SI! è difficile. Ritrovi gli amici che ti vogliono bene, non devi conquistare nessuno, non devi lottare per nulla, non devi cucinare perchè torni a vivere da mammà e papà, ma se all'estero il vuoto della loro assenza DEVE essere riempito di tante esperienze (che arricchiscono la vita quotidiana dell'expat), in italia il vuoto è ancora presente perchè ormai c'è distanza tra me e il resto... ho una mente diversa, dei ragionamenti completamente estranei ai miei amici.. ed è troppo difficile riempire questo vuoto perchè qui non siamo all'estero qui siamo nella cittadina dove sei nata, conosci tutto, sai tutto, non devi scoprire e conquistare nulla di nulla, tutto è dovuto..

per questo ho deciso di far fruttare il mio periodo in italia tentando di riempire quei piccoli vuoti con una sana cura di me stessa: fisioterapista per curare quei dolori tralasciati all'estero, psicoterapeuta per capire me stessa e cosa voglio dalla vita, la palestra per la cura del corpo (ho perso 11 kili che avevo messo su in uk),

e una volta al mese un buon sano ristorante giapponese.
YAY! :lol:
1988- Crema, Italy
2009 - Tokyo, Japan
2010 - Bergamo, Italy
2011 - London, UK
2011 - Leeds, UK.
2012 - Milan, Italy
2013 - London, UK
2014 - Lisbon, Portugal

0

#4 Guest_paolabangladesh_Invité

  • Group: Invités

Posted 17 December 2012 - 04:10 AM

Questo topic e' molto interessante - in inglese questo problema si chiama 'reverse culture shock'. Ho appena trovato qui un articolo molto interessante che ne parla. Io, per fortuna, non avendo patria, avro' sempre il culture shock in avanti, e non 'in reverse'!

This post has been edited by paolabangladesh: 17 December 2012 - 04:11 AM

0

#5 User is offline   perlina 

  • Senior member
  • PipPipPip
  • Group: Members
  • Posts: 412
  • Joined: 28-May 08
  • Gender:Female
  • Location:Tripoli (Libia)
  • F/M:Female

Posted 20 December 2012 - 01:11 PM

A pieno titolo posso considerarmi "diversamente espatriata": due anni ieri son passati dal mio arrivederci alla Libia e ancora non ne voglio sapere di considerarla un'esperienza chiusa. Nel frattempo mi sono riadattata al mio luogo d'origine e sono anche cambiata, in meglio spero, rimbambimento permettendo, molte vecchie amicizie le vedo con occhi diversi e non concedo più tanta comprensione e accondiscendenza verso chi ormai mi accorgo non essere corretto verso di me... Basta, zac, do un bel taglio e lascio spazio per creare nuove sintonie che man mano la vita mi offre...
Quindi sono ben contenta che ci sia uno scambio e un confronto su questo tema. Non vedo l'ora...
Expatclic sei sempre una risorsa... Posted Image
0

#6 User is offline   Giuliettaexpat 

  • Senior member
  • PipPipPip
  • Group: Equipe ExpatClic italiana
  • Posts: 1,912
  • Joined: 19-September 06
  • Gender:Female
  • Location:Los altos CA
  • F/M:Female

Posted 22 December 2012 - 04:55 AM

quando parlo con altri expat in procinto di rientrare nel loro paese di origine lo dico sempre: preparate il rientro come una nuova espatriazione , o meglio come un'espatriazione molto ma molto piu' dura!!
penso in fatti che rientrare nel proprio Paese senza valutarne pienamente le difficolta' possa essere ancora piu' complicato...
e' vero che si ritrovano affetti, amicizie, un mondo conosciuto, ma spesso questo piccolo mondo e' cambiato diversamente da come siamo cambiati noi, chi e' rimasto ha visto cose diversi di chi e' partito e si e' confrontato per periodi piu' o meno lunghi con mondi diversi, culture e lingue, chi e' rimasto ha continuato a evolvere nello stesso mondo e nella stessa vita, chi e' paritto ha conosciuto gente diversa, adattandosi a modi di pensare nuovi ...
tutto cio' non e' facile da gestire una volta che si riprende una vita normale....
Giuliettaexpat
Redazione di Expatclic.com
giuliettaexpat@expatclic.com

Francia, Giappone, India, Francia, San Francisco Bay Area California USA
Sostieni Expatclic
Visita il nostro Sportello Espatrio!



Seguite le nostre avventure su http://icerrutiinindia.blogspot.com/
Il mio sito personale: http://www.racontemoiunehistoire.com
0

#7 User is offline   mari3007 

  • New entry
  • Pip
  • Group: Members
  • Posts: 1
  • Joined: 13-December 12
  • Gender:Female
  • F/M:Female

Posted 24 December 2012 - 09:04 AM

Buongiorno a tutte, e' porpio cosi': il ritorno in Italia e' un impegno ancora piu' duro dell'espatrio.
I riferimenti sono cambiati, tu sei cambiata e tutto ha un'aria difficile.
Io sono rientrata in Italia da qualche mese dopo molti anni all'estero e ho sentito forte questa esigenza, mia e di altre "compagne di viaggio", di ritrovare in qualche modo quello che abbiamo lasciato.
Vivere lontano da casa e' un esercizio eccitante ma difficile e ha bisogno di tanta,tanta energia.
Mi sono detta ma perche' non riunire questa energia, quella che ognuna di noi ha messo nella sua vita di tutti i giorni e che per scelta o per esigenza ha dovuto lasciare?
I modi aggregazione all'estero seguono meccanismi diversi da quello che succede qui in Italia. La' per riunirsi con quattro amiche a casa a parlare di un libro basta una telefonata, qui e' quasi impossibile.Nessuno ha tempo e forse nemmeno l'interesse. E come questo molte altre quotidianita' che abbiamo dovuto bruscamente interrompere.
Non siamo piu' espatriate ma ci sentiamo ancora, in buona sostanza ...Diversamente Espatriate!
Per questo mi piacerebbe poter aprire un confronto e magari chissa' ritrovarsi qui od altrove(abito a Milano)e affrontare insieme questo Reverse Culture Shock
Grazie a Claudia e ad Expatclic che ha immediatamente raccolto questa mia richiesta accogliendomi nel forum e aiutandomi a portare avanti questa iniziativa.
Un abbraccio, Buone Feste a tutte e spero a presto!

Mariella
0

#8 User is offline   MM1981 

  • New entry
  • Pip
  • Group: Members
  • Posts: 2
  • Joined: 08-January 13
  • Gender:Female
  • F/M:Female

Posted 08 January 2013 - 04:17 PM

ciao a tutte e complimenti per questo sito di expat al femminile!

E' da un pò che mi "agito" pensando a cosa non va per me, qui in Italia, adesso. Oggi casualmente trovo il vs sito e leggo "...loro stesse sono cambiate. Faticano a ritrovare ritmi, magari amicizie, motivazione... Hanno disimparato alcune cose, e non si sanno bene dove cercarne altre...."
E' stata come un'illuminazione.
nel 2009 ho passato un anno bellissimo in Australia (dopo averla perlustrata un pò per vacanza l'anno prima) lavorando e divertendomi, facendo esperienze anche dure a volte ma forti e stimolanti, poi nel 2010 ho passato 6 mesi in Nuova Zelanda, sono rientrata sempre nel 2010. ora eccomi di nuovo in Italia, certo il periodo trascorso fuori non è lunghissimo, ma è come se non riuscissi più a ritrovarmi al 100x100 con la vita che facevo prima. forse ho lasciato in sospeso alcune cose, quando ero all'estero, ora mi vedo e sento la mia insofferenza, ma vedo che ho delle "colleghe" e questo mi fa molto piacere.
a volte parlo di ciò con gli amici di qui, ma è come se non riuscissi a spigare bene quello che mi succede e loro non riuscissero a capire, senza attribuire colpe ovviamente. si riuscirà mai a trovare un equilibrio dopo un grande ritorno?

grazie per qualsiasi osservazione o commento, vi abbraccio! a presto
0

#9 User is offline   Claudiaexpat 

  • Senior member
  • PipPipPip
  • Group: Administrators
  • Posts: 6,906
  • Joined: 10-March 04
  • Gender:Female
  • F/M:Female

Posted 18 January 2013 - 09:30 AM

Buongiorno a tutte,

faccio risalire questo interessante topic perchè col nuovo anno siamo pronte a spostare la discussione sulle difficoltà del rientro...de visu!

Stiamo infatti organizzando un incontro – informale – a Milano, per fine febbraio (nel caso siate interessate vi faremo sapere la data precisa), al quale parteciperò anch'io perchè sarò in Italia in quel periodo, e durante il quale vorremmo appunto discutere (magari con qualche dinamica di gruppo che preparerò) su quali sono le difficoltà maggiori nel rimpatrio, identificarle, affrontarle insieme. Poi da cosa nasce cosa e si sa che la potenza delle donne intorno a un'idea è irrefrenabile!!!!

Quindi non esitate a contattare me o Mariella (mari3007) ma soprattutto a invitare altre Diversamente espatriate a partecipare sia all'incontro, che alle nostre discussioni sui forum - the more the marrier :P

Claudiaexpat
claudiaexpat@expatclic.com

1989-90: Sudan / 1990-91: Angola / 1992-94 : Guinea-Bissau / 1995-97: Congo / 1999/03: Honduras / 2003-2009 Perú / 2010 Gerusalemme
Sostieni Expatclic
Il mio sito web personale
0

#10 User is offline   Lea 

  • Member
  • PipPip
  • Group: Members
  • Posts: 12
  • Joined: 10-February 12
  • Gender:Female
  • Interests:Photography
    History
    Anthropology
    Travelling
  • F/M:Female

Posted 18 January 2013 - 10:08 AM

un saluto a tutte..
...eehm anche se non sono molto attiva sul Forum...vi seguo e WOW..che iniziativa. Ci voleva, ci vuole..è un argomento difficile quello del ritorno..sia temporaneo che permanente.
...Io sono "transitante" ormai da un anno. NEl senso che, per la seconda volta, sono stata alcuni mesi in Spagna..e ora devo tornare in Italia, con probabile ripartenza per la Turchia (con sei mesi da fare).
E ...in Italia dovrei tornare in una piccolissima città del Sud.
..in questo vortice di passaggi..a volte, l'idea del transito rende tutto instabile..Però, in qualche modo, rende anche difficile l'idea di un ritorno permanente.
Sarebbe davvero un piacere incontrarvi, sentire le vostre esperienze e capire come "fermarsi"...senza reprimere quella parte curiosa e refrattaria alla "quotidianità" degli "stanziali" ;)
un abbraccio a tutte
USA (1989, 1998, 1999) Denmark (1999), China (2001, 2002), Turkey (2003-2009), Spain (2011, 2012), Italy (2013), Turkey (2014)
...experienced in "short time" (up to six months) relocations...
0

#11 User is offline   MM1981 

  • New entry
  • Pip
  • Group: Members
  • Posts: 2
  • Joined: 08-January 13
  • Gender:Female
  • F/M:Female

Posted 25 January 2013 - 08:41 AM

ci sto! sarebbe davvero bello!
0

#12 User is offline   Claudiaexpat 

  • Senior member
  • PipPipPip
  • Group: Administrators
  • Posts: 6,906
  • Joined: 10-March 04
  • Gender:Female
  • F/M:Female

Posted 25 January 2013 - 10:17 AM

Bellissimo gente,
io ho fatto il mio biglietto e con Mariella ci stiamo sentendo per organizzare il tutto al meglio.
Al più presto la data definitiva, intanto pregherei chi ha deciso di partecipare di mandare una mail o messaggio privato a Mariella o a me - abbiamo bisogno di sapere quante saremo :sorcerer:

Claudiaexpat
claudiaexpat@expatclic.com

1989-90: Sudan / 1990-91: Angola / 1992-94 : Guinea-Bissau / 1995-97: Congo / 1999/03: Honduras / 2003-2009 Perú / 2010 Gerusalemme
Sostieni Expatclic
Il mio sito web personale
0

#13 User is offline   CRISRAV 

  • Senior member
  • PipPipPip
  • Group: Socie onorarie
  • Posts: 773
  • Joined: 20-May 08
  • Gender:Female
  • Location:Milano ex Cape Town
  • F/M:Female

Posted 26 January 2013 - 09:51 PM

mercoled' scorso mi sono incontrata con Mariella e le ho detto che io ci sto.
Spero che la data sia entro la fine di febbraio perchè il 1 marzo vado a Cape Town per un mese. Non vedo l'ora!!!!

Cristina

Posted Image
vuvuzelasmiley
0

#14 User is offline   Claudiaexpat 

  • Senior member
  • PipPipPip
  • Group: Administrators
  • Posts: 6,906
  • Joined: 10-March 04
  • Gender:Female
  • F/M:Female

Posted 14 February 2013 - 02:36 PM

Ebbene sì, cara Cristina, l'incontro sarà mercoledì 27!!! Come sono felice di rivederti :w00t: :w00t: :w00t:

Ho messo l'annuncio qui

Claudiaexpat
claudiaexpat@expatclic.com

1989-90: Sudan / 1990-91: Angola / 1992-94 : Guinea-Bissau / 1995-97: Congo / 1999/03: Honduras / 2003-2009 Perú / 2010 Gerusalemme
Sostieni Expatclic
Il mio sito web personale
0

Share this topic:


Page 1 of 1
  • You cannot start a new topic
  • You cannot reply to this topic

1 User(s) are reading this topic
0 members, 1 guests, 0 anonymous users