ExpatClic Forums: La Giornata Internazionale della Donna - ExpatClic Forums

Jump to content

Page 1 of 1
  • You cannot start a new topic
  • You cannot reply to this topic

La Giornata Internazionale della Donna

#1 User is offline   Silviaex 

  • Senior member
  • PipPipPip
  • Group: Members
  • Posts: 2,197
  • Joined: 06-December 06
  • Gender:Female
  • Location:Berlin, Germany
  • F/M:Female

Posted 25 November 2012 - 03:35 PM

Donne e ragazze expat,


guardate cosa ho letto oggi su Repubblica.it:
"Oggi è la giornata internazionale contro
la violenza sulle donne, un fenomeno che nel nostro Paese ha assunto proporzioni agghiaccianti: 113 uccise dall'inizio dell'anno"...
Agghiacciante, soprattutto per un paese, l'Italia, dove tutti condannano tutto e dove da una decina d'anni regna anche una certa propensione a giudicare incivili e barbari paesi di diversa fede religiosa o di diversa cultura dove altre donne vengono uccise, picchiate e maltrattate.

Forse, mi chiedo, la violenza contro la donna è universale e niente ha a che vedere con frontiere ideologiche, religiose, culturali e geografiche...
Forse la barbarie, soprattutto quella contro una donna, sia essa sorella, moglie, madre, figlia, amante, compagna di classe o cugina di 3° grado, forse dico, questa barbarie è universale in sè. Non esistono paesi barbari e contro le donne. Esistono uomini, tantissimi uomini, barbari e contro le donne che ancora oggi, in India, in Italia, in Congo, in Messico o in Pakistan credono di poter usare del corpo della donna come di una cosa senza valore. Ed è una cosa questa che mi rivolta. :ph34r: :ph34r: :ph34r:

Ne vogliamo parlare? com'è da voi, nel vostro paese di accoglienza? al di là dell'immagine, dell'acqua cheta in superfice, come vivono le donne?

Silvia

Silviaexpat
Redazione di Expatclic.com
silviaexpat@expatclic.com

Personal blog: http://silviadelogu.wordpress.com
1992-93: Siria / 1995-98: Pakistan / 1998-99: India / 1999-00: Germany / 2000-02: Armenia / 2002-05: Pakistan / 2006-2008: Macedonia / 2009: Sudan / 2010: Tanzania / 2011: Berlin, Germany
Sostieni Expatclic
Visita il nostro Sportello Espatrio!
0

#2 User is offline   FenicotteroRosa 

  • Member
  • PipPip
  • Group: Members
  • Posts: 15
  • Joined: 12-October 12
  • Gender:Female
  • Interests:Meditazione, pranic healing, natura, cucina
  • F/M:Female

Posted 28 November 2012 - 04:25 PM

Ciao Silvia,
io sono in Cile da poco e sono poco informata, peró sono a andata cercare un po' di dati consultando quotidiani e fonti ministeriali.

Secondo una inchiesta del 2008 realizzata dal Ministero degli Interni, il 35,7% delle donne cilene riconosce di aver subíto una qualche violenza durante la sua vita.
Sempre secondo alcune statistiche sulla sicurezza pubblica, nel 2012 sono state registrate circa 86 mila denunce per un qualche tipo di violenza contro la donna.
Dei 51 atti di violenza o abuso sessuale che si verificano giornalmente in Cile, 38 riguardano bambini e bambine. Nei casi di abusi sessuali commessi contro i minori di 14 anni, il 76% sono contro bambine.
Oltre il 65% dei delitti e degli abusi, sono intrafamiliari, e un 27% di questi avvengono in casa della vittima.
Su 52 donne assassinate durante il 2009, 8 avevano denunciato antecendentemente il loro aggressore e solo a 4 di loro la giustizia aveva assicurato un qualche tipo di protezione.

Realtá agghiacciante anche qui ....

This post has been edited by FenicotteroRosa: 28 November 2012 - 06:25 PM

0

#3 User is offline   FenicotteroRosa 

  • Member
  • PipPip
  • Group: Members
  • Posts: 15
  • Joined: 12-October 12
  • Gender:Female
  • Interests:Meditazione, pranic healing, natura, cucina
  • F/M:Female

Posted 28 November 2012 - 06:13 PM

Su questo argomento mi vengono in mente 3 temi:

Rispetto, tutela, responsabilitá.
Il rispetto e la tutela in questi casi non esistono, né sul piano familiare/privato, né sul piano istituzionale/politico (su questo fronte si fa ancora troppo poco).

Sul piano della responsabilitá....
Quando sei piccola hai le mani legate e se poi hai avuto una esperienza di violenza, non solo non ti senti tutelata ma il senso di insicurezza ti accompagna in tutto il percorso di crescita a dir poco.

Da adulta peró puoi decidere e agire e si apre un mondo di possibili interventi. Mi domando come io non abbia ancora fatto nulla...

This post has been edited by FenicotteroRosa: 28 November 2012 - 06:17 PM

0

#4 User is offline   Aleexpat 

  • Senior member
  • PipPipPip
  • Group: Members
  • Posts: 1,168
  • Joined: 01-April 06
  • Gender:Female
  • Location:Perth - WA
  • F/M:Female

Posted 29 November 2012 - 04:15 AM

Che topic intelligente Silvia!
Poco tempo fa ho seguito una trasmissione in Tv che parlava di come il diritto australiano sia molto carente proprio su questo argomento.
In Australia si respira aria di liberta', rispetto interculturale (nella maggioranza dei casi, ma non sempre), la figura femminile e' in molto contesti alla pari di quella maschile (il nostro primo ministro e' donna!)....eppure...eppure le violenze ci sono anche qua, sia domestiche sia fuori dalle mura di casa. La violenza contro le donne non ha confini di razza. religione o cultura, ahime'!
Ma cio' che mi ha colpito nel documentario e' che la pena per chi, ad esempio, uccide la moglie o partner (femminile), va dai sette ai quindici anni. Ma come? uccidi una persona e te la cavi con cosi' poco????
Sembra quasi che uccidere una donna alla fine non sia cosi' grave, c'e' la provocazione, c'e' l'abuso di acohol per cui alla fine l'uomo e' scusato (per cosa????), ci sono una serie di attenuanti che per i delitti comuni non valgono, ma quando si tratta di una donna....beh, sembra che se la sia cercata!!!! Questo modo di pensare e' agghiacciante, ma purtroppo ancora molto radicato!
Aleexpat
Redazione di Expatclic.com
aleexpat@expatclic.com
2001-2004: Olanda/ 2005-2006: Emirati Arabi/ 2007-...: Western Australia
0

#5 User is offline   Sere 

  • Senior member
  • PipPipPip
  • Group: Members
  • Posts: 53
  • Joined: 08-April 12
  • Gender:Male
  • F/M:Female

Posted 29 November 2012 - 11:52 PM

Mi sorprende e mi dispiace che l'Australia da un punto di vista legislativo sia ancora cosi indietro stando a quello che dici tu alexpat ma vivendo qua devo dire che mi e' capitato spesso di notare quanto le donne siano davvero inserite in ogni contesto professionale al pari degli uomini e anzi in qualche caso siano pure preferite, tipo nelle miniere dove le cercano per guidare enormi camion che trasportano materiali all'interno delle cave ..insomma la mia sensazione e' che anche qui, come in uk le donne siano inserite e piu' forti rispetto ai paesi mediterranei dove ancora regna una cultura piu' maschilista e dove noi per prime ci sorprendiamo se una donna fa un lavoro che nell'immaginario collettivo e' considerato solitamente maschile. :blink:

Viaggiando ho incontrato tante donne che in gruppo o in solitaria viaggiano da sole armate di curiosita' e faccia tosta, per lo piu' tedesche, olandesi, canadesi...sinceramente mai italiane.

Riguardo alla violenza sulle donne vorrei dire che anche a me e' capitato in passato un fidanzato un po' fumino diciamo cosi, era facilissimo farlo arrabbiare e prima ha sbattuto un pugno sul cruscotto dell'auto e poi in un secondo tempo mi ha dato un po' di calci e questo per fortuna in pubblico dove sono stata soccorsa e poi me ne sono liberata. :angry:

Ero giovane e lui pure ma quello che ho capito e' che la violenza e' un escalation.
Non e' che un uomo si sveglia la mattina e ti gonfia di botte cosi dal nulla. Di solito ci sono dei segnali, delle reazioni esagerate, una gelosia morbosa o un'incapacita' a gestire la rabbia e le emozioni...insomma io penso che il delitto e' l'ultimo atto di una tragedia che si consuma magari gia' da tempo tra le mura domestiche o anche tra persone che vivono separate.
Non tutti i casi sono uguali ma certo che piu' le donne sono forti e piu' sono protette.

Comunque il mio compagno ha avuto una stalking che lo ha perseguitato per mesi...la malattia mentale non ha sesso!
0

#6 User is offline   Annaexpat 

  • Senior member
  • PipPipPip
  • Group: Administrators
  • Posts: 1,639
  • Joined: 14-February 08
  • Gender:Female
  • F/M:Female

Posted 04 December 2012 - 01:40 PM

Qui di recente mi è capitato di assistere ad un paio di incontri sulla prevenzione della violenza verso i bambini.

La cosa angosciante è che, secondo le statistiche, 1 bambina su 5 e 1 bambino su 10 subiscono qualche tipo di "sexual exploitation" (non solo "violenza", ma anche sfruttamento) prima di avere 18 anni - il che già è angosciante. Ancora peggio, solo il 35% di queste aggressioni vengono denunciate!

Annaexpat
Redazione di Expatclic.com
annaexpat@expatclic.com

USA (CO) 2007 - today
Sostieni Expatclic
Visita il nostro Sportello Espatrio!
0

Share this topic:


Page 1 of 1
  • You cannot start a new topic
  • You cannot reply to this topic

1 User(s) are reading this topic
0 members, 1 guests, 0 anonymous users